Furio Valcareggi, agente di Emanuele Giaccherini, ha parlato attraverso le frequenze di TMW Radio del suo assistito in forza al Napoli: “Rinforzare il club azzurro non è semplice, il mio Giaccherini – ha detto durante A tutto Napoli, trasmissione organizzata in collaborazione della redazione di Tuttonapoli.net – non gioca eppure è davvero forte. Quindi, per rinforzare il Napoli servono grandissimi calciatori. Si parla dell’arrivo di un portiere, poi si cercano degli esterni”.

Il Napoli si rinforza davvero con calciatori tipo Berenguer e Ounas? Oppure servono altri profili? “Non conosco questi due signori illustrissimi, non so chi siano perché sono preparato sul calcio italiano. Eppure essere nel mirino del Napoli vuol dire che ci sono stati 5-6 osservatori a seguirlo, che sanno tutto di loro. Faccio fatica, a questo punto, a pensare che non siano adatti al Napoli. Se la società ha deciso di prenderli, vuol dire che questi calciatori sono adatti al club azzurro. Magari il rendimento non sempre risponde alle attese, ma essere presi dal Napoli vuol dire essere calciatori preparati”.

Il Napoli prenderà qualche esterno, per Giaccherini c’è un ‘piano B’? “Nel calcio c’è sempre un ‘piano B’, Giuntoli mi ha detto che Emanuele è incedibile in occasione dell’ultimo contatto telefonico. Mi fa piacere, siamo onorati e lusingati, però il Napoli sta cercando degli esterni. Se arrivano elementi tipo Callejon, mi avviseranno dicendomi che bisognerà muoversi in altre direzioni. Giaccherini, però, al momento è incedibile”.

A gennaio, l’ex Bologna è stato dichiarato incedibile. A fine gennaio, però, ci furono offerte che fecero vacillare il club azzurro. “Certo, ma al momento non ci sono proposte. Il ragazzo è in vacanza. Fin quando il Napoli non mi dice di muovermi, io resto a quello che mi ha detto Giuntoli 7-8 giorni fa al telefono. Anche se sono un po’ inquieto, perché leggo dell’interesse per numerosi calciatori sugli esterni”.

Ovviamente Giaccherini non è felice dell’impiego riservatogli nell’ultima stagione. “E’ ovvio che non siamo stati contenti di non aver giocato. Anche se, non essere titolari nell’attacco azzurro, non è un demerito. Insigne, Callejon e Mertens hanno fatto benissimo. Giaccherini e sua moglie stanno bene a Napoli, la città piace a entrambi. Il problema è che il ragazzo percepisce tanto sotto il profilo economico, credo che sia difficile un approdo in società di blasone minore. Giuntoli e De Laurentiis vogliono tenere il calciatore, non incoraggiano nessuno a prendere il ragazzo. Per questo attendiamo con serenità, non dimentichiamo che un anno fa Giaccherini era titolare nella Nazionale di Conte. Giocò col Belgio, facendo gol a Courtois, poi giocò 120′ contro la Germania il 2 luglio. Un anno fa eravamo in cielo, poi il Napoli ha fatto le sue scelte. Noi abbiamo siglato un triennale, ma problemi per il suo futuro non ne vedo”.

S’è parlato di Fiorentina per Giaccherini. I viola sono alla finestra? “Può darsi, ma non stanno guardando noi (ride, ndr). Con Corvino ci ho parlato ma non mi ha chiesto di Emanuele, quando l’ha voluto – ha proseguito Valcareggi – l’ha poi preso. Mi riferisco a quando lo prese al Bologna. Adesso non me l’ha chiesto. Il mercato, tuttavia, è imprevedibile e tutto deve ancora decollare”.

Tra le giovanili azzurre gestisce anche gli interessi del giovane Alessio Zerbin. “Vediamo, è un ragazzo in fase di formazione. E’ un eccellenza, viene dall’Interregionale ed è arrivato al Napoli. È un ragazzo di 17anni di Novara, s’è trovato poi a Napoli che è una città molto diversa da quella piemontese. C’è stato uno ‘shock’ che l’ha limitato, ma ora ha capito qualcosa in più e si sta adattando. Credo che la soluzione migliore sia quella di restare, per poi vedere a gennaio cosa fare. Dalla Lega Pro alla Serie A, valutiamo tutto. I ragazzi devono giocare, a prescindere dalla categoria. Siamo in attesa, vediamo cosa accadrà. Il ragazzo va migliorato e potenziato, altri cinque mesi di Napoli possono fargli soltanto bene”.

Fonte TuttoMercatoWeb

Banner 300 x 250 – Ds – Post