Fiorentina-Napoli e i doppi ex: Edmundo” O Animal!”

Fiorentina-Napoli e i doppi ex Edmundo”O Animal!”

Edmundo Alves de Souza Neto, meglio noto solo come Edmundo (Niterói, 2 aprile 1971), è un ex calciatore brasiliano, ora opinionista per l’emittente televisiva Rede Bandeirantes.[1]

È soprannominato O Animal per via del suo carattere.[2]

Fu definito “O Animal “per il suo carattere esplosivo e ribelle

Tecnicamente validissimo ma carattere e professionlità zero

Per andare a festeggiare il Carnevale di Rio abbandonò la Fiorentina nel suo momento peggiore cioè quando s’infortunò Battistuta

Non fù mai un esempio di professionalità 

In Brasile

Esordisce nelle giovanili del Vasco da Gama, successivamente passa al Botafogo.

La vera e propria carriera da professionista comincia nella prima squadra del Vasco da Gama (in totale 127 incontri e seguito passa al Palmeiras (34 gol in 89 partite), al Flamengo (2 gol in 14 partite), al Santos (13 gol in 20 partite), al Cruzeiro (3 gol in 13 partite), al Fluminense (7 gol in 20 partite) e al Figueirense (15 gol in 31 partite).

In Italia

Edmundo è conosciuto in Italia per aver militato nel campionato nazionale nelle file della Fiorentina, che lo acquista per 13 miliardi di lire[3] e in cui milita da gennaio 1998 al 1999, e del Napoli (da gennaio a giugno 2001).

Nella stagione 1998-1999, sotto la guida di Giovanni Trapattoni, la Fiorentina campione d’inverno dovette fare i conti con la sua “voglia” di Carnevale:.

Vola infatti a Rio de Janeiro per quelle celebrazioni,[2] con la squadra che, insieme allo stop di Batistuta per infortunio, perderà punti fondamentali per la lotta al tricolore. A fine stagione sarà ceduto al Vasco da Gama.

La permanenza in patria durerà solo una stagione, in cui ottiene la vittoria del titolo cannonieri del campionato brasiliano.

Nel gennaio 2001 il Napoli lo riporta in Italia.

Si infortuna nella gara d’esordio contro l’Udinese (stop che lo terrà fuori per un po’ di gare): complessivamente disputerà 17 partite segnando 4 reti.

A fine stagione la squadra retrocede in Serie B ed Edmundo accetta l’offerta della “J-League”, indossando la maglia dei Tokyo Verdy (con cui torna a segnare con regolarità chiudendo l’esperienza giapponese con ben 18 centri in campionato).

Dall’arrivo a Napoli alle lacrime dell’ ultimo goal alla Fiorentina e alla retrocessione Ecco la storia di O Animal a Napoli .

Gli ultimi anni

Dal 2003 gioca nuovamente in Brasile vestendo, nell’ordine, le maglie del Vasco Da Gama, Fluminense, Nova Iguacu, Figueirense, Palmeiras e nel 2008 (ultima stagione della sua carriera) nuovamente Vasco Da Gama. Anche negli ultimi anni di carriera Edmundo mostra sempre una classe sopraffina ed un notevole senso del gol nonostante il passare degli anni.

Il 30 maggio 2008 annuncia il suo ritiro dal mondo del calcio.

Nazionale

Vanta 39 partite con la Nazionale di calcio brasiliana dal 1993 al 2000, con cui ha realizzato 10 reti e ha partecipato ai Mondiali di calcio 1998 in cui il Brasile fu vicecampione del mondo

Pubblicato da Pasquale Spera

 

Ricordate Edmundo? E’ vivo per miracolo

 

 

 

 

Banner 300 x 250 – Caseificio – Post
Potrebbe piacerti anche