Scugnizzo Rosa: queste le vincitrici

Ieri serata di gala alla Biblioteca storica del Complesso Monumentale dell’Annunziata per la consegna del Premio Per Sempre Scugnizzo, nella sua versione al femminile

Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne, Master di primo livello in comunicazione e divulgazione scientifica organizzato dall’Università degli Studi di Napoli FEDERICO II, conseguito col massimo dei voti e la lode. Un passato da cantante per l’Orchestra di Renzo Albore, varie esperienze professionali nel campo della comunicazione. Oggi gestisce la comunicazione dell’ AIL Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma.
Premio Per Sempre Scugnizzo per l’IMPEGNO CIVILE & SOCIALE a Buonaiuto Barbara

Napoletana di nascita, tranne un breve intermezzo, ha sempre vissuto e lavorato in questa meravigliosa città con la quale sente di condividere i valori civili.
Da poco più di due anni si occupa della Comunità ebraica di Napoli. Comunità che è sempre stata parte integrante del tessuto urbano e presente nella vita culturale ed imprenditoriale partenopea. L’obiettivo che si è prefissa è quello di aprire sempre più le porte di via Cappella Vecchia, sede della Sinagoga e della Comunità, e diventare punto di riferimento per reali scambi culturali; per lei la cultura è l’unico strumento che abbiamo per progredire.
Premio Per Sempre Scugnizzo per la Cultura a Lydia Schapirer

Deus ex machine dell’Associazione braccialetti rosa, l’Associazione che ha lo scopo di tutelare le donne, i bambini e in generale l’essere umano oggetto di violenza fisica e psicologica. Lo scopo principale è quello di difendere le donne da qualsiasi forma di stalking e sostenerle in progetti per la loro salute e il loro benessere.
Premio per Sempre Scugnizzo per l’ IMPEGNO CIVILE & SOCIALE a D’Alterio Rafaelita

Anima della Cooperativa Congiunti, che risplende nel nulla, in piena Terra dei Fuochi. Terra di nessuno. Un deserto di diritti e tutele.
La comunità che accoglierà presto quattro bambini senza assistenza sorge in un vialetto laterale della circumvallazione esterna. Una scommessa, una speranza. Il primo passo per quello che potrebbe essere il riscatto un territorio. 
Premio Per Sempre Scugnizzo per l’IMPEGNO CIVILE & SOCIALE a Bifulco Anna e Nunzia Paudice,

Dopo aver esercitato le funzioni in diversi Uffici Giudiziari acquisendo una vasta esperienza, è approdata circa 13 anni fa alla Procura della Repubblica per i Minorenni di Napoli come sostituto procuratore, distinguendosi per la sua preparazione ed attenzione alle problematiche sociali ed alle esigenze giovanili. Dal marzo del 2016 si è insediata ufficialmente come nuovo capo della Procura per i Minorenni di Napoli.
Premio Per Sempre Scugnizzo per l’IMPEGNO CIVILE & SOCIALE a de Luzenberger Maria

Calabrese di nascita, napoletana di adozione. Specializzata in Neuropsichiatria Infantile. Coordinatore Unità Multidisciplinare Integrazione Scolastica Alunni disabili presso il DS 35 Pozzuoli, Referente Aziendale ex ASL NA2 per il Progetto di intervento precoce per la Sindrome di Down. Responsabile Aziendale per la Branca degli Specialisti Ambulatoriali in Neuropsichiatria Infantile per L’ASL Napoli 2nord ed ex ASL NA 2. Si è distinta soprattutto per la sua attività nella terapia sui bambini.
Premio Per Sempre Scugnizzo per la MEDICINA a Capocasale Anna

Giornalista professionista, è laureata in Scienze Politiche. È’ direttore delle agenzie di stampa Omniroma e Omnimilano dal 2013, nate rispettivamente nel 2003 e nel 2005. Nel 2013 ha aperto Omninapoli. Ha collaborato con diversi quotidiani, tra questi Il Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, Panorama.
Premio Per Sempre Scugnizzo
per la COMUNICAZIONE a Lia Romagno

Napoletana, medico di Sanità Pubblica, specialista in ginecologia, ha lavorato per circa 20 anni presso la Università Federico II di Napoli. Attualmente è direttore della Unità Operativa Complessa per la Tutela della Salute delle Donne della ASL Napoli 1 Centro. Da sempre la sua attività è stata finalizzata all’impegno per la riduzione delle disuguaglianze. Ferma sostenitrice dell’importanza dell’empowerment per favorire la consapevolezza dei diritti, specie nelle zone della città dove questi vengono troppo spesso dimenticati, ha realizzato video a carattere divulgativo e formativo , tra cui “MIMOSE” indagine conoscitiva su un campione di donne napoletane sul vissuto del parto, sul tema della menopausa e dell’aborto. Nel 2000, co-autrice del Saggio “Il bambino che viene dal freddo”; nel 2013 ha scritto il saggio “Donne a sud della salute”.
Premio Per Sempre Scugnizzo per la MEDICINA a Papa Rosa

Veronese di nascita, napoletana di adozione, laureta col massimo dei voti e la lode in Medicina e Chirurgia all’Università di Napoli, con specializzazione in Neuropsichiatria infantile. Dopo vari incarichi dal 2002 è in servizio presso la Sovrintendenza Medica Regionale Campania INAIL ed ha partecipato alle attività inerenti il Tavolo Regionale per il contenzioso e quello delle Malattie Professionali. Dal 01/09/2011 ha assunto l’incarico di coordinamento delle attività del Centro Diagnostico Polispecialistico Regionale INAIL.
Premio Per Sempre Scugnizzo per il MANAGEMENT a Mocerino Esposito Vincenzina

Dopo gli studi tecnici, si è immediatamente cimentata nell’attività lavorativa mostrando una ragguardevole esperienza nel settore della formazione autofinanziata con corsi organizzati nel beauty & fitness contribuendo alla crescita professionale di numerosi giovani, alcuni dei quali, hanno intrapreso carriere prestigiose. Dopo aver contribuito alle fortune dell’ “Istituto Triade” a Napoli in qualità di amministratore e socio di riferimento, ha recentemente ampliato la sua leadership aziendale inaugurando un’ulteriore struttura scolastica a Nola con lusinghieri risultati.
Premio Per Sempre Scugnizzo per l’IMPRENDITORIA a Carmela Aveta

Discendente diretta di Sant’Alfonso Maria dè Liguori, ha aperto le stanze del suo antico palazzo alle persone del Borgo dei Vergini creando iniziative culturali. Laureata in Scienze politiche alla Sapienza, ha lavorato per una società milanese di relazioni pubbliche e ne ha diretto un ufficio a Roma. Le è sempre piaciuto lavorare dietro le quinte. Una volta in pensione ha deciso di abbandonare il quartiere Parioli dove ha sempre abitato per trasferirsi al Borgo dei Vergini. Oggi è impegnata in progetti per la valorizzazione del Rione
Premio Per Sempre Scugnizzo per la CULTURA a de Liguoro Paola

Giornalista professionista. Lavora per l’emittente televisiva Canale 21, dove conduce la striscia sportiva quotidiana “Super Sport 21” e il talk della domenica, Campania Sport con Umberto Chiariello e Peppe Iannicelli. E’ stata una delle protagoniste del programma “Donnavventura” su Rete 4 (spedizione negli Usa, Canada , Alaska e Malesia) . Ha collaborato per il programma “ L’aria che tira” su La 7. E’ attualmente segretario dell’ Ordine dei Giornalisti della Campania con delega alle Pari Opportunità e Televisioni.
Premio Per Sempre Scugnizzo per il GIORNALISMO a Improta Titti

Prodotto della scuola di danza del Teatro San Carlo, danzatrice eclettica e dotata che unisce grazia ed estetica portando, nei teatri italiani ed europei, la danza classica di scuola napoletana fatta di sacrificio, impegno, professionalità e talento.
Premio Per Sempre Scugnizzo per lo SPETTACOLO a Siciliano Roberta

Dirigente sportivo, organizzatore di eventi. Presidente della Asd Arend, associazione che si occupa della realizzazione di eventi sportivi cittadini e nazionali. Da tre anni il direttore del Napoli Beach Soccer (Serie A Maschile). Grandissimo l’impegno nel calcio femminile. E’ stato direttore generale e amministrativo del Napoli Dream Team dalla sua fondazione (2011).Oggi è il direttore amministrativo del Napoli Femminile
Premio Per Sempre Scugnizzo per lo SPORT a Andrea Zungri

Banner 300 X 250 – Lieto – Post
Potrebbe piacerti anche