In ogni angolo del mondo ci sarà sempre una famiglia azzurra pronta ad accoglierti con calore ed affetto”

La rubrica “VITA DA CLUB” vuole rappresentare una finestra sul panorama mondiale, un viaggio all’interno del tifo azzurro presente in ogni parte del globo.  La quarantasettesima intervista è rilasciata da Raffaele Astarita segretario del Club Napoli Modena Azzurra. 

Parlaci di te e del Club che rappresenti

Sono Raffaele Astarita, socio fondatore e segretario dell’Associazione Club Napoli ModenAzzurra. Ho 53 anni, sono nato a Napoli ma vivo a Modena dal 1995 e sono tifoso del Napoli da quando avevo 5 anni quando mio padre mi portò per la prima volta al San Paolo e me ne innamorai istantaneamente. Il Club nasce il 03 aprile 2019 e la decisione fu presa alcune settimane prima durante una pizzata tra due famiglie amiche da anni, che avevano in comune l’amore, il legame e la passione per Napoli e per il Napoli.

Vita da Club

Siamo quattro soci fondatori: io, mia figlia Valeria (Presidente), i nostri cari amici Raffaele Frontoso (Vicepresidente) e sua figlia Rossella (Consigliere). Altri componenti del Direttivo sono: mia moglie Gilda Annunziata (Tesoriere), mio genero Giuseppe Giglio, Luisa Laiso, Salvatore Lomasto e Maurizio Tondelli (Consiglieri), con altri 84 Soci iscritti. L’Associazione Club Napoli ModenAzzurra ha come ideale di aggregare non solo tifosi ma anche intere famiglie. Infatti siamo molto attivi: oltre a seguire la nostra amata squadra in trasferta (in Italia e all’Estero), guardiamo tutte le gare del Napoli in sede con pranzi o cene pre o post partite ed organizziamo tante altre attività ricreative e culturali sia in sede che è locata all’interno della Polisportiva Formiginese (una struttura molto grande e ben attrezzata) che fuori sede.

Qual è stato l’episodio più emozionante che avete vissuto?

Vista la giovanissima età del Club l’episodio più emozionante è stato la finale di Coppa Italia vinta a giugno del 2020 e soprattutto contro la juve, quindi doppia gioia e tripudio per tutti i soci con una sala pienissima.

Raccontaci un aneddoto particolare legato al club.

Durante il ritiro estivo a Dimaro (luglio 2019), aspettando l’apertura dei cancelli per assistere all’allenamento pomeridiano della nostra squadra del cuore, girava voce di un possibile arrivo a Napoli dell’attaccante Mauro Icardi. Il nostro Vicepresidente, con l’aiuto di un megafono, ha iniziato a lanciare cori, non per incitare i giocatori, ma per incitare l’arrivo di Wanda Nara a Napoli! (inutile poi dirvi che, tutti i tifosi maschi, hanno apprezzato molto l’iniziativa dei nostri cori!).

Vita da Club

– Come sta reagendo il club a questo momento di difficoltà, che ormai dura da circa un anno, legato all’emergenza epidemiologica?

Questo periodo con le sue restrizione e distanziamenti dovuti ai DPCM per anticontagio sono il polo opposto dell’identità dei Club, Associazioni, Circoli etc. etc.. Il nostro Club e come tanti, resta unito tramite chat e social con i vari saluti, auguri e commenti pre e post partite.

– Se avessi dinanzi a te D10S per qualche istante cosa gli diresti?

Con la mano sul cuore gli direi semplicemente GRAZIE di aver scelto Napoli!!! Hai dato più valore alla nostra amata squadra e alla nostra città, fino ad ottenere vittorie e traguardi importanti sul campo, ma anche fuori dal terreno di gioco, dove non poteva appartenerti. Hai lottato e difeso la Maglia, Napoli e i Napoletani come uno di Noi, sono onorato e orgoglioso di un Grande Campione, come te D10S!!!!

Vita da Club

– Quali sono i calciatori del Napoli, ad esclusione di Diego, a cui ti senti più legato? 

Sono tanti i calciatori a cui mi sento legato, ma in particolare per me è Francesco Montervino. Oltre la professionalità e l’impegno dimostrato in campo, in un momento difficile del Napoli (fallimento), ha dimostrato amore per il Sud, per Napoli, per il Napoli e per i Napoletani, comprando di tasca sua palloni e pettorine per gli allenamenti laddove non c’era neanche una struttura, inoltre, cosa non da poco, dichiarò che l’ingaggio non era un problema. Ancora Grazie Francesco.

– Cosa consigli di visitare (e di mangiare) ai tifosi azzurri che dovessero passare dalle vostre parti?

Arte e cultura sono presenti anche a Modena; comunque consiglierei la Ghirlandina, simbolo di Modena, nonché raffigurata anche nel nostro logo, poi per gli sportivi, il Museo Enzo Ferrari. Anche il settore culinario vanta una vasta gamma di prodotti, come ad esempio: tortellini, salumi (accompagnate da gnocco e tigelle), parmigiano, vino lambrusco. Grazie per queste iniziative che ci permettono di conoscerci e unirci come in Curva!!!

Vita da Club: Rosario Avenia

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it

Banner 300 x 250 – De Luca – Post
Banner 300 x 250 – Ds – Post