74°EDIZIONE FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA: EGEMONIA FERRETTI TRA LE STAR

Nel 1994 Gabriella Pescucci, costumista premio Oscar per “L’età dell’innocenza”, disse: “L’abito è il primo passo per costruire il carattere di un personaggio”. Probabilmente è per questo che, sin dalla notte dei tempi, la moda e il cinema sono indissolubilmente legati, tanto che, anche durante Festival cinematografici, la componente puramente estetica, fatta di abiti, gioielli ed accessori, ricopre una parte pressoché fondamentale dell’intero spettacolo.

Ne è franca testimonianza la 74° edizione della mostra d’arte cinematografica organizzata dalla Biennale di Venezia, che in questi giorni accoglie sotto i suoi riflettori attori, modelle e membri dello showbiz generale, intenti a contendersi l’attenzione dei fotografi per gli scatti migliori.
Un’edizione, quella di quest’anno, priva di grandi colpi di scena dal punto di vista fashion look, ma piuttosto caratterizzata da una contenuta eleganza, senza infamia né lode. In questi primi giorni di manifestazione della kermesse lagunare, la designer più presente è stata Alberta Ferretti, che ha vestito alcune tra i personaggi più richiesti sul tappeto rosso: prime tra tutte, le supermodelle brasiliane Isabeli Fontana e Izabel Goulart che hanno adottato lo stile “Aeffe” con i classici abiti fluidi e sensuali in chiffon dai tenui colori pastello.

Look di arrivo firmato Alberta Ferretti anche per Jane Fonda, che merita una menzione ad honorem non solo per aver ricevuto il leone d’oro alla carriera, ma anche per una classe ed un’eleganza senza tempo che non necessita di stravaganza alcuna per farsi notare.
Discorso diverso, invece, per l’attrice italiana Alessandra Mastronardi, che ha adottato dei look Alberta Ferretti forse un po’ troppo coprenti (quasi monacali), che non rendono giustizia alla sua giovane età e al suo estro dinamico.

Impossibile non citare, infine, la reginetta delle blogger Chiara Ferragni, che ha optato, come l’anno scorso, per un abito total pink “Philosophy” di Lorenzo Serafini, anch’esso marchio appartenente al gruppo Aeffe. Inutile dire che, in tipico stile Ferragni, l’abito è contrapposizione pura: sul d’avanti una minigonna inguinale che lascia ben poco spazio alla fantasia e uno strascico oversized sul retro. Che stia facendo le prove per l’abito nuziale per il matrimonio con il suo “fiancè” (come le piace definirlo) Fedez?

A scanso di indiscrezioni, aspetteremo comunicazioni ufficiali.

 

Banner 300 x 250 – Aragon Trasporti – Post
Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Potrebbe piacerti anche