Ma l’Inter non doveva incassare 40 milioni per fine giugno?

Inter, trucchetti per aggirare il Fair Play Finanziario

Misteri, si fa per dire: dell’economia. L’Inter dovrebbe vendere per 40 milioni entro il 30 giugno per rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario. Invece compra mezzo mondo, tutti grandi calciatori, ne vendo uno mezzo rotto, e qualche ragazzino e sistema i conti. Nessuno mette in dubbio che sia una cosa legale, e che in questo modo sia di nuovo in regola. Certo la sensazione che sia una colossale presa per il culo è enorme. Il percepito è quello di una norma non rispettata, come nel caso del PSG che ha preso Neymar a zero. Perché è stato Neymar formalmente a portare i soldi della clausola al Barcellona, dopo aver incassato una mega sponsorizzazione.

Diciamo la verità: il Fair Play Finanziario è una emerita cazzata. Stiamo parlando di società che hanno tutto il diritto di fare gli investimenti che credono, non si capisce perché non dovrebbero farlo. In qualsiasi attività economica una follia del genere sarebbe rimossa immediatamente. Nel calcio non funziona così, ed è una cosa senza senso. Il problema nasce dopo: se c’è una legge, per quanto farneticante, va applicata fino a quando non viene abrogata. Altrimenti è il marasma, l’anarchia, il caos, e tutto il movimento perde di credibilità. Per di più se passa l’idea che una legge può essere aggirata, ognuno è libero di aggirare la legge che crede.

Tutto legale, ma sa tanto di presa per il culo

L’Inter ha chiaramente “truffato”, sfruttando le pieghe del regolamento. Ha rispettato formalmente la legge, ma sostanzialmente l’ha evasa, ed è questo il percepito. E non si capisce perché l’Inter può dire di aver venduto Santon a 10 milioni (giocatore rotto, che non ha superato le visite mediche in passato). O di aver venduto a cifre pazzesche ragazzini di 18 anni che nessuno conosce. Sono trucchi contabili, lo capiscono tutti. A volte uno ha la sensazione che sono queste le cose che hanno portato allo sfascio l’economia, non solo il mondo del calcio.

segui persemprenapoli su facebook
Ghoulam o il cinepanettone, la filosofia è la stessa
Maradona show in Russia: è sempre il “suo” mondiale

Potrebbe piacerti anche