Finito il campionato, smaltita la gioia per la vittoria del Real Madrid, è tempo di tuffarsi sul mercato. Se è vero come è vero che il Napoli ha poco da fare, atteso che non venda nessuno, c’è da dire che quel poco andrebbe fatto il prima possibile. Il 5 luglio, tra un mese esatto, si parte per Dimaro. Il 15 agosto, tra una settantina di giorni, c’è il preliminare. Sarri lo conosciamo, è metodico, prima di mandare in campo un nuovo giocatore ci pensa a lungo. Quei pochi ritocchi che servono devono arrivare immediatamente. E non sarebbe male se nel frattempo il Napoli sistemasse anche gli esuberi: meglio non partire con musi lunghi.
Chi sono gli esuberi? I due portieri di riserva, senza dubbio. Rafael, che è in scadenza di contratto, verrà dato via, Sepe ha altri tre anni, magari lui può andare in prestito.
In difesa andrà via certamente uno tra Chiriches e Tonelli. Il primo ha richieste in Turchia, il secondo ha ancora qualche estimatore in Italia. Sugli esterni in lista di sbarco uno tra Ghoulam e Strinic: probabilmente il croato, visto che Ghoulam potrebbe rinnovare. Poi c’è Maggio, che ha un altro anno di contratto. Sarri non avrebbe problemi a trattenerlo, ma se lui chiede di andare via sarà accontentato.
In mezzo al campo c’è il ritorno di Grassi. Sarà valutato e poi piazzato da qualche parte, nella speranza che giochi, non come all’Atalanta. Magari un premio di valorizzazione legato alle presenze potrebbe aiutare.
In avanti ci sono Giaccherini, Pavoletti e Zapata. Tutti e tre in lista di sbarco.

Tutti vogliono Zapata

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2
Banner 300 x 250 – Ds – Post