Dopo 9 anni al Napoli, per il belga si aprono nuovi scenari

Un matrimonio calcistico che avrebbe meritato un fiabesco lieto fine, quello tra Mertens e il Napoli. E invece succede che i protagonisti di quello che è stato un amore incondizionato lungo 9 anni scelgono di dirsi addio. Perché il rinnovo di contratto da 4,5 milioni di euro lordi a stagione proposto da De Laurentiis non ha affatto soddisfatto il belga, in cerca di qualche soldo in più e di una nuova stimolante avventura. Nonostante il “grazie di facciata” della società partenopea rivolto all’uomo e al professionista che più di tutti ha fatto la storia del Ciuccio con le sue 148 reti tra campionato e coppe, le parti si sono lasciate non nel migliore dei modi, e questa cosa ha diviso la tifoseria, tra chi sta con il presidentissimo, che ha fatto il massimo sforzo economico per trattenere l’attaccante, e chi con Mertens, un simbolo della napoletanità calcistica che avrebbe potuto e dovuto restare tale ancora per qualche anno. E ora che succede? Succede che il Napoli decide di tutelarsi con l’ingaggio del georgiano Kvaratskhelia, che può giocare sia nel ruolo dell’ex numero 14 sia in quello dell’ex numero 24, Insigne, oggi a Toronto, e il belga, invece, di guardarsi intorno per trovare un club di livello che giochi in Serie A e che possa avere bisogno di lui. Uno di questi è la Lazio – da tempo sulle tracce del giocatore, soprattutto ora che Sarri siede sulla panchina biancoceleste – ma ce ne sarebbe almeno un altro.

Il nuovo vice-Lautaro?

Oltre alla Lazio, anche l’Inter sarebbe interessata a ingaggiare Dries Mertens, bomber di razza certamente in là con l’età ma capace ancora, attraverso i suoi guizzi, di fare la differenza, soprattutto a partita in corso. Una caratteristica questa che piace non poco sia ai biancocelesti sia ai nerazzurri, alla costante ricerca di un jolly offensivo che non pretenda la titolarità in campo. Non solo, il belga nonostante i suoi 35 anni rimane un campione e al tempo stesso un nome che sa come scaldare il cuore di tutte le tifoserie pronte, dopo il bellissimo duello della passata stagione tra Milan e Inter per la conquista dello scudetto, a riempire ogni stadio così da gustarsi dal vivo lo spettacolo calcistico che andrà in scena tra 3 settimane circa. L’Inter, in particolare, ora che Sánchez è destinato a fare le valige, ha bisogno di un degno sostituto di Lautaro, che non può essere Correa abituato come è a infortunarsi. Quest’ultimo, poi, è troppo poco costante, e questa caratteristica quest’anno pagherà meno rispetto al solito, perché a causa del mondiale in programma a novembre si giocherà ogni 3 giorni. Dunque i giocatori che di solito vivono di alti e bassi verosimilmente non avranno troppo spazio. Mertens non soffre di questo problema, ma ne ha un altro: gli manca il ritmo partita. Lo scorso anno il fantasista partenopeo nonostante gli 11 goal segnati in campionato non ha goduto di un grande minutaggio; dunque se vorrà tornare a incidere avrà bisogno di almeno una mezz’ora abbondante ogni tanto, cosa che l’Inter potrebbe garantirgli, considerando che solitamente verso il 60° minuto Lautaro risulta stanco a causa del lavoro di copertura che Inzaghi gli richiede. Ora la palla passa direttamente a Marotta, che potrebbe davvero pensare a Mertens, un colpo che magari non farà dimenticare Dybala ma che comunque sarebbe gradito al popolo nerazzurro.

Schierato da trequartista? Perché no?

MERTENS FOTO MOSCA

Se nella Lazio il pupillo di Sarri giocherebbe sulla fascia così da innescare con le sue ripartenze la punta centrale Immobile, nell’Inter potrebbe operare da trequartista. Non è un mistero come Inzaghi in quest’estate di amichevoli stia sperimentando un nuovo modulo: il 3-4-1-2. Questo perché da un lato vorrebbe trovare un’alternativa al classico 3-5-2, puntando sul fattore imprevedibilità, e dall’altro lato perché sarebbe nelle sue intenzioni rifornire al meglio il neoarrivato Lukaku. Siccome l’Inter di Inzaghi non gioca in contropiede come quella di Conte, ecco che un fine suggeritore sarebbe gradito per mettere davanti al portiere Big Rom. E se questo fine suggeritore fosse proprio Mertens?

Seguiteci anche su www.persemprenews.it

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2
Banner 300 x 250 – De Luca – Post