Lo dicono i numeri: nessuno come Sarri ha saputo valorizzare i giocatori

Sarri il miglior in assoluto per i criteri di De Laurentiis

A conti fatti, i conti di De Laurentiis, Sarri è stato il miglior allenatore di tutti i tempi del Napoli. Non ha vinto nessun trofeo, ma in compenso ha portato il Napoli 3 volte consecutivamente in Champions. Ed una volta è anche riuscito a superare il primo turno, il che non guasta.
Ma il vero miracolo l’ha fatto non per aver dato un gioco spettacolare (ed estremamente redditizio) alla squadra. Il vero miracolo nasce dalla rivalutazione dei giocatori. Vediamo un po’-

Hysaj il Napoli l’ha pagato dall’Empoli una manciata di fave, 5 milioni. Lo scorso anno a dire di De Laurentiis il Chelsea ne aveva offerti 50. Oggi non vale quella cifra (ma non è colpa di Sarri), ma 30 milioni li vale di sicuro.
Il caso più eclatante è certamente quello di Koulibaly. Il Napoli lo aveva preso dal Genk per 8 milioni di euro. Ma con Benitez era finito col fare la riserva di Britos. Oggi vale circa 130 milioni. Diciamo che Ancelotti ci ha messo del suo, ma è chiaro che è stato Sarri che ne ha sancito l’esplosione.

Jorginho fu preso dal Napoli dal Verona per una decina di milioni, spicciolo più, spicciolo meno. Lo ha rivenduto in estate al Chelsea per 60 milioni. In un anno e mezzo con Benitez ha giocato poco e male.
Higuain è stato l’acquisto più costoso della storia del Napoli, 36 milioni al Real Madrid. Dopo un biennio con Benitez non aveva di certo viso accrescere il suo valore di mercato. Il valore di Higuain dopo un anno con Sarri è arrivato a 94 milioni.

Sarri ha valorizzato anche Mertens e Albiol

Con Mertens non è stata fatta nessuna plus valenza, ma solo perché il giocatore non si è mai mosso da Napoli. Ma anche lui arrivato a Napoli per una manciata di fave, è esploso con Sarri, dopo anni anonimi con Benitez. Stesso discorso da fare per Albiol, ad essere onesti. Non per Callejon, che già con Benitez aveva dimostrato il suo valore.
Vogliamo parlare di Allan? O di Ghoulam, che da anonimo faticatore della fascia era diventato, prima dell’infortunio, il miglior esterno mancino al mondo, con relativa iper-valutazione?

A ben vedere Sarri è tato l’allenatore che ha valorizzato più e meglio di tutti l’organico a sua disposizione. Certo, non faceva mai giocare Ounas, Rog, e prima dell’infortunio di Ghoulam neanche Mario Rui. Ma forse il valore di questi giocatori è cresciuto in questa stagione con Ancelotti laddove sono stati impiegati a lungo? E mettiamoci anche Maksimovic, come giusto che sia. Ma siamo sicuri che senza l’infortunio di Chiriches prima e Albiol poi avrebbe giocato tante partite con Ancelotti?
La verità, per chi la vuol vedere, è che Sarri a Napoli ha fatto un lavoro eccezionale sotto tutti i punti di vista.

– segui per semprenapoli su facebook, twtter, youtube

Sarà un mercato stratosferico

Potrebbe piacerti anche