Robin Koch- Il Bonucci di Germania che piace a Giuntoli

E’ partita la caccia ai difensori.

Con la sempre più probabile partenza di Koulibaly – destinazione Premier League– il Napoli si trova nella difficile posizione di trovare un sostituto all’altezza. Sia chiaro, qualsiasi profilo la società azzurra sceglierà, nell’immediato, non potrà mai avare un rendimento come quello del senegalese.

Il difensore senegalese è considerato da tutti tra i migliori tre difensori centrali al Mondo, ed è chiaro che il compito che spetta a Giuntoli è assai arduo, se non impossibile. Non potendo per potenza economica e per appeal, avvicinare giocatori di primissimo livello, il Napoli andrà alla ricerca di quel giocatore che possa, magari negli anni, avvicinare il livello di Koulibaly.

Tanti i nomi avvicinati al Napoli, tutti di qualità (Gabriel, Romagnoli, Sarr, Milenkovic) tutti giovani e quindi dal futuro importante.

Oggi, soffermiamo le nostre attenzioni sul profilo di Robin Koch.

Robin Koch
Robin Koch

Il classe 1996, di proprietà del Friburgo, è forse quello che per caratteristiche meglio si addice a ciò di cui il Napoli e Gattuso hanno bisogno. Il tecnico calabrese, ama la famosa ripartenza dal basso, quella rete di passaggi che partono dalla propria area di rigore e che tante volte fa tremare i tifosi, e dunque, serve un difensore che sappia giocare il pallone, che sappia far ripartire l’azione già dalla propria area.

L’identikit disegnato da Gattuso, sembra essere esattamente quello del difensore tedesco. La sua, è un’ascesa un po’ particolare nel calcio che conta e deve, con ogni probabilità, tutte le sue fortune al suo attuale tecnico Christian Streich.

Il suo approdo in Bundesliga è datato 2017. Dopo un’ottima annata in Zweite Liga con la maglia del Kaiserslautern viene acquistato dal Friburgo.

Si mette subito in mostra per la sua duttilità –può operare sia da centrale difensivo che da centrocampista e gioca indifferentemente nel sistema a tre ed a quattro- tanto che nel 2018 arriva la prima chiamata in Nazionale Under-21, parliamo di un ragazzo che fino a quel momento, non aveva militato in nessuna delle nazionali giovani tedesche. Ha preso parte all’Europeo di categoria disputato la scorsa estate in Italia, senza però dare segno del suo passaggio giocando soltanto 8 minuti nella competizione. Lo scorso ottobre, è arrivata anche la prima convocazione nella Nazionale maggiore.

Azzardando un paragone con un difensore nostrano, Koch somiglia molto a Leonardo Bonucci.

Non si tratta di un difensore particolarmente rapido, soffre l’uno contro uno, ed è assai difficile vedere sue entrate dure. Predilige giocare in maniera pulita, ha un piede assai educato con percentuali altissime di passaggi riusciti (siamo intorno all’85%) ed è, grazie alla sua statura fisica-1,92 cm per 83 kg- abilissimo nel gioco aereo.

Dunque, siamo difronte ad un giocatore che per nulla somiglia a Koulibaly, ma che molto ricorda Albiol.

Robin Koch con la maglia della Nazionale
Robin Koch con la maglia della Nazionale

Il Friburgo chiede per il suo cartellino una cifra non inferiore ai 25 milioni di euro, ma il contratto in scadenza nel 2021 fa, di fatto, scendere questa valutazione. Occhio alla concorrenza però.

Il Lipsia, il Bayer Leverkusen ed anche il Milan, non sono rimaste indifferenti alla sue prestazioni e dunque, se davvero Giuntoli e Gattuso sono convinti di questo profilo, la società deve muoversi con una certa rapidità, senza cincischiare e pensare troppo e poi rimpiangere un profilo che ha tutte le qualità per diventare importante.

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Banner 300 x 250 – Suerte – Post-
Banner 300 x 250 – Co.Tel.Pa. – Post
Potrebbe piacerti anche