Napoli, non resta che fare l’impresa a Liverpool

Alzi la mano chi dopo il sorteggio pensava che il Napoli potesse arrivare all’ultima partita del girone ancora in gioco. Addirittura con 2 risultati su tre per passare il turno. Ed anche perdendo non è detto che… Resta però il magone per qualche occasione di troppo persa lungo il cammino. Ad iniziare dalla prima giornata, per lo 0-0 di Belgrado. Attenzione: non ha senso dire che quel punto è stato rivalutato dalla sconfitta del Liverpool. E’ vero solo in parte: sta di fatto che era una gara da vincere, che il Napoli avrebbe meritato di stravincere.
Il Napoli avrebbe meritato di vincere anche a Parigi, quel gol all’ultimo minuto di recupero da parte di Di Maria è stato una beffa. Una beffa per il momento in cui è arrivato, e perché il Napoli meritava di vincere. Altra occasione persa ieri sera: si sapeva che gli azzurri avrebbero dovuto vincere con 3 gol di scarto per avere qualche opportunità in più. Fatti i tre gol, bastava poco per non subire la rete. Magari poi c’era il tempo per farne un altro. Invece…
Adesso la situazione è ingarbugliata al massimo. O per meglio dire: se il Napoli non perde ad Anfield non c’è problema. Altrimenti potrebbe andare fuori anche perdendo 2-1 o 3-2, se il PSG pareggia a Belgrado. Calcoli complicati, per amor di Dio. Sta di fatto che trattasi di un’altra circostanza non proprio fortunata. Non vorremmo che alla fine si pagasse pegno per questo.
In fin dei conti il Napoli è in testa al girone, ma la squadra che al momento ha più possibilità di passare il turno è il PSG, cui basta di fatto pareggiare a Belgrado.
A dire il vero due anni fa si diceva la stessa cosa del Besiktas che doveva vincere a Kiev per passare il turno a spese di Napoli o Benfica. La squadra turca perse 6-0, ma è difficile ipotizzare la stessa cosa. In poche parole serve l’impresa a Liverpool. Un’impresa difficile ma non impossibile. Anche perché sarebbe una beffa atroce uscire in questo modo.

Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Potrebbe piacerti anche