Napoli da completare: dopo Parma sarebbe un delitto non farlo

La parola magica l’ha usata Gattuso dopo la partita: “Serve equilibrio in campo”. Il Napoli ha sempre avuto una forza di impatto offensiva notevole. A volte è un po’ sterile, col suo stucchevole fraseggio in mezzo al campo. Ieri il Parma l’aveva interpretata bene. Ha lasciato campo al Napoli per fare possesso palla. Ma ha eretto un muro dinanzi alla propria trequarti. Morale della favola: per un’ora dominio territoriale, ma neanche un tiro in porta.

L’ingresso di Osimhen ha sparigliato tutto. Senza in nigeriano in campo non ci sarebbe stato. Non c’era nessuno ad occupare fisicamente l’area avversaria. Diciamo un’altra cosa: non ci sarebbe stato neanche se si fosse andati avanti col 4-3-3, perché dietro Osimhen non ci sarebbe stato nessuno. Invece c’era Mertens. Ed è arrivato il gol.

Gattuso lo aveva capito sin dai primi giorni di ritiro: per sfruttare la meglio il potenziale enorme offensivo serve cambiare. Giocare con due punte una dietro l’altra. Osimhen più Mertens, magari Petagna più Mertens. Ma per giocare così serve equilibrio. Il 4-2-3-1, per capirci, lo puoi fare se i “2” sono bravi a cantare e portare la croce. Devono saper giocare la palla, e devono saper coprire. Giocatori rarissimi, e per questo costosissimi. Giocatori che il Napoli non ha. Non lo sono di certo Fabian e Zielinski. Magari puoi provare con Demme e Lobotka, ma avrebbe senso rinunciare alla qualità dei due di cui sopra?

La grande scommessa di Ringhio è sistemare la squadra. Non si gioca sempre contro il Parma. Non sempre hai difronte un avversario che in questo momento storico ti lascia fare senza impensierirti minimamente. Fabian e Zielinski fanno fatica in un centrocampo a 3, figurarsi a 2. Almeno uno dei due deve avanzare il proprio raggio di azione. E serve in mezzo un centrocampista con caratteristiche diverse. Un Demme semmai più rapido e dotato fisicamente. Se il Napoli dovesse trovarlo con questa squadra ci si divertirà moltissimo. Altrimenti si andrà sull’altalena. In alcune circostanze sarà spettacolo, in altre si soffrirà.

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Banner 300 x 250 – Tecsud – Post
Potrebbe piacerti anche