Napoli-Cagliari 3-0. E’ un Napoli “Settebellezze”

Sette su sette.

Mai, nella sua storia il Napoli aveva vinto le prime sette gare di campionato. Gli uomini di Sarri, stanno riscrivendo, anno dopo anno,i numeri di questo club. Oggi allo stadio San paolo, c’è stata la percezione della perfezione. Gli azzurri non hanno sbagliato praticamente nulla, percentuali di possesso palla fuori dal comune, azione da rete in quantità industriali, quasi il 92% di passaggi riusciti, con Reina spettatore non pagante. Oggi è stata anche la giornata di Hamsik, il capitano ha aperto le marcature portandosi così ad una sola rete dal record di Maradona.

PRIMO TEMPO – Apre Hamsik chiude Mertens

Sarri manda in campo gli stessi uomini della Champions, unica novità, il ritorno di Albiol al centro della difesa. Pronti via, e così come col Feyenoord il Napoli va in vantaggio. Hamsik-Mertens-Hamsik, il triangolo perfetto tra lo slovacco ed il belga, e così il capitano segna la prima rete stagionale. Il Napoli è padrone assoluto del campo, i sardi, sono in bambola e proprio non riescono a contenere le avanzate dei padroni di casa. Il possesso palla del Napoli è vertiginoso, gli ospiti non la prendono praticamente mai, Jorginho è il fulcro di tutto il gioco. Al 40′ l’episodio che con ogni probabilità chiude definitivamente la gara. Mertens pescato in area da Jorginho viene messo giù da Romagna per Abisso è calcio di rigore. Dal dischetto va lo stesso Mertens che fa sette reti in sette giornate e nelle ultime nove giocate al San paolo è sempre andato in rete siglando 13 goal, numeri che danno l’idea della crescita esponenziale di Mertens.

SECONDO TEMPO – Koulibaly cala il tris. Poi è solo spettacolo

Nemmeno il tempo di accomodarsi sul sediolino dopo aver sorseggiato un buon caffè che il Napoli fa subito la terza rete. Sugli sviluppi di una punizione Jorginho pesca in area Koulibaly che buca Cragno e sigla il 3-0. Dalla rete del 3-0 in poi il Napoli è ancor più bello che nel primo tempo. Callejon va più volte vicino alla rete, Hysaj e Ghoulam sulle fasce fanno il bello ed il cattivo tempo, Allan e Jorginho dominano in mezzo al campo ed Albiol e Koulibaly stoppa quelle pochissime proiezioni offensive dei sardi, e poi c’è Reina. Il portiere spagnolo, ha vissuto oggi un pomeriggio di sano riposo, mai impegnato, nessun intervento di rilievo ma tante indicazioni ai compagni di reparto, quasi come se fosse lui il tecnico. Da segnalare nel finale l’esordio stagionale di Mario Rui che all’87’ prende il posto di Ghoulam.

Sette vittorie su sette, ventuno punti, venticinque goal fatti e cinque subiti. Numeri, questi, che autorizzano a sognare… Il Napoli c’è

Banner 300 X 250 – Lieto – Post
Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Potrebbe piacerti anche