Napoli-Benevento 6-0. I sanniti vedono le streghe

Si chiude con un netto 6-0 il Derby Campano.

Erano quasi trent’anni che in serie A mancava un Derby tutto campano, all’epoca fu Napoli-Avellino, oggi è stato Napoli-Benevento. Troppo Napoli per i neopromossi sanniti, il Napoli è davvero troppo forte per gli uomini di Baroni, eroe del secondo scudetto, gli uomini di Sarri cancellano in un tempo la sconfitta subita in Champions e rispondono all’Inter ed alla Juve che avevano vinto le loro sfide. Con la vittoria di oggi, il Napoli stabilisce un nuovo record, nove vittorie consecutive a cavallo di due campionati, cinque, le ultime, dello scorso campionato, quattro in questo, mai il Napoli aveva vinto così tanto.

PRIMO TEMPO – 45 minuti di spettacolo e pratica archiviata

Dopo la sconfitta subita in settimana alla prima in Champions, Sarri sceglie i “fedelissimi”, in campo ci vanno i titolari, con Allan, Jorginho e Mertens che riprendono il loro posto in campo. Baroni, deve fare a meno di tanti titolari e manda in campo i “nuovi” Laazar ed Armenteros. Che la giornata sarebbe stata molto amara per gli ospiti lo si capisce subito. Al primo affondo Allan porta in vantaggio i suoi, dopo una corta respinta di Belec su tiro di Mertens. Passano 10 minuti ed il Napoli grazie ad una magia di Insigne su assistenza di Ghoulam fa 2-0. Il Benevento e sotto schock ed il Napoli ne approfitta. Prima Hamsik si vede respingere un colpo di testa da ottima posizione da Belec e poi Mertens, al 27′, su assist di Insigne mette dentro la terza rete. Il napoli dilaga ed al 35′ Callejon su assist di Ghoulam mette dentro il Poker azzurro. Il primo tempo si chiude con una sola squadra in campo a condurre con quattro reti di vantaggio.

SECONDO TEMPO – Dries di rigore firma la tripletta

Ti aspetti un Napoli appagato ed invece. Invece, dopo appena un minuto Belec nega a Callejon una rete praticamente fatta. I ritmi sono ovviamente più bassi, il Napoli gestisce ma non si ferma. Al 65′, Giaccherini, entrato al posto di Insigne, si procura un calcio di rigore, dal dischetto va Mertens e sigla il 5-0. Sarri, inizia a pensare alla Lazio, fuori vanno Callejon ed Allan, ed entrano Rog ed Ounas.  Proprio l’algerino al suo esordio al 90′ si procura un calcio di rigore. Il pubblico vorrebbe Hamsik dal dischetto, ma Mertens è irremovibile, vuole la tripletta. Il belga dal dischetto mette batte nuovamente Belec per il definitivo 6-0

Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Banner 300 x 250 – Caseificio – Post
Potrebbe piacerti anche