Le pagelle di Napoli-Atalanta. Gattuso distrugge il Gasp. Tutti promossi

Le Pagelle

Ospina 6,5 – Punito nell’unico tiro in porta dagli avversari. Bravo nelle uscite, spettacolare l’assist per Osimhen.

Di Lorenzo 7 – Si prospettava una giornata abbastanza difficile per lui, dalle sue parti, quest’oggi transitavano Gosens e Gomez. Morale della favola? I due bergamaschi annullati e mette il suo zampino nella prima rete di Lozano.

Manolas 7 – Un muro. Quando dalle sue parti passa Zapata lo blocca con estrema facilità. Sembra esser tornato il super-difensore ammirato negli anni della Roma.

Koulybaly 6,5 – Perfetto o quasi. Mezzo voto in meno rispetto al compagno di reparto perché la sua uscita in scivolata, troppo frettolosa e francamente inutile a metà campo, spiana la strada all’Atalanta per la rete di Lammers.

Hysaj 7 – E’ ormai diventato, a dispetto della concorrenza, il padrone della fascia sinistra. Sbaglia di pochi centimetri la posizione sulla rete dei Lammers, ma è praticamente perfetto nel resto della gara.

Bakayoko 7,5 – L’oggetto del desiderio della piazza Napoletana si esprime, nonostante l’inattività di sette mesi, su livelli altissimi al suo esordio. La sua presenza in mezzo al campo si vede e gli avversari la sentono. Erano anni che il Napoli cercava questa tipologia di centrocampista, e per fortuna l’ha trovato. (Dal’75’ Lobotka sv)

Fabian 7 –  Eleganza e precisione al servizio della squadra. I suoi ritmi sono compassati di default tocca il pallone una volta di più rispetto al dovuto, ma quando, come oggi, è in giornata, gli avversari non lo prendono mai. (Dall’83’ Demme sv)

Politano 7,5 – Primo tempo sontuoso. Gosens non gli sta dietro, viene saltato sistematicamente. Delle volte pecca di egoismo, ma trova una rete spettacolare dalla sua mattonella preferita. Costretto ad uscire per un problemino muscolare. (Dal’60’ Ghoulam 6 – Impegnato in un ruolo del tutto nuovo, esterno sinistro alto, l’algerino ci mette tanto impegno ed inizia ad accumulare minuto. Un nuovo acquisto per Gattuso?)

Mertens 7 – Non segna, è vero, ma è quasi come se lo facesse. In realtà Sportiello gli nega la gioia, ma le azioni d’attacco del Napoli portano automaticamente la sua firma. I suoi movimenti mandano letteralmente in tilt la difesa bergamasca. (Dal’75’ Malcuit Sv)

Lozano 8 – Da pacco a gioiello il passo è breve. Doppietta da urlo. Il primo goal è se vogliamo anche fortunoso, ma il secondo è un goal alla Lozano, quel Lozano che i tifosi del Psv erano abituati ad ammirare, sulla sua mattonella, partendo da sinistra. Non solo le due reti, anche tanti ripieghi e tanta grinta.

Osimehn 7 – Trova finalmente la sua prima rete in maglia azzurra e la festeggia con un messaggio importante e serio per la sua Nigeria. Ma non è la rete a rendere importante la sua prova. La sua velocità, i suoi scatti, la sua capacità di trovare sempre e comunque il corridoio giusto queste sue qualità mandano in cortocircuito i piani di Gasperini. (Dall’83’ Petagna sv).

Gattuso 8 – Ha una squadra importante, forse davvero la più importante mai costruita dal Napoli. Oggi ha rischiato, schierando tanti giocatori offensivi e mandando in campo dal primo minuto Bakayoko che non giocava da sette mesi. Ha rischiato ed ha praticamente annichilito quella che da tutti era considerata la squadra più forte del campionato. Bravo Rino, continua così.

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Banner 300 x 250 – Literlfex – Post
Potrebbe piacerti anche