Petagna, “soffriamo ma passiamo il tuno”

Meret, 5.5: A tratti incerto, incolpevole sulle due magie di Bajrami che hanno fatto sognare la squadra ospite.

Di Lorenzo, 7-: Meglio avanti che dietro, ma uno dei migliori in campo anche oggi; spinge con convinzione e sblocca una partita difficile. Finalmente potrà riposare.

Koulibaly, 6-: Non approccia la partita nel migliore dei modi, risultando lento e svogliato, ma recupera nella ripresa; da lui sarebbe lecito aspettarsi un atteggiamento da leader, un esempio per gli altri.

Rrahmani, 6: Era importante per lui rendersi autore di una partita pulita, e ci riesce; fisicamente regge bene gli scontri e si rende autore di qualche buona lettura difensiva. Sua la spizzata che porterà Petagna al goal del definitivo vantaggio, in seguito ad un salvataggio sulla linea.

Ghoulam, 5: Vederlo “correre” per il campo a quel ritmo è davvero deprimente, un ex giocatore da diverso tempo.

Demme, 6.5: Ordine ed energia; recupera tantissimi palloni e non perde alcun duello fisico (8/8 vinti), merita più minutaggio e non lo ha dimostrato solamente oggi, contro una squadra di serie B (88′ Bakayoko, SV)

Lobotka, 5: Una presenza aeriforme senza un preciso scopo all’interno della squadra (69′ Zielinski, 5: Sostituisce un fantasma senza incidere in alcun modo, 6 palloni persi su 14 toccati).

Politano, 6+: Non dimostra nulla di eccezionale, come buona parte della compagine azzurra, ma ci prova e con costanza; assente in fase di riconquista e non rientra mai (61′ Insigne, 4.5: Il Napoli sta faticando enormemente in contemporanea al suo capitano, al momento irriconoscibile; entra per sbagliare un goal clamoroso).

Elmas, 5: Contro una squadra come l’Empoli erano decisamente alte le aspettative sul macedone, ed ancora una volta sono state deluse. La posizione in campo dovrebbe essergli congeniale, ma non riesce a mostrare alcuna qualità (0 passaggi chiave) in un ruolo cruciale per l’attacco. (69′ Fabian, 6-: Lampi di classe in avanti, ma come tutta la squadra non lavora bene in fase difensiva; segnali comunque incoraggianti).

Lozano, 7.5: Senza di lui il risultato sarebbe stato diverso, e questo deve preoccupare. Presente in tutte le zone del campo, inizialmente rientrando poco, è la luce che guida l’attacco partenopeo. Il goal è una meraviglia assoluta ed una delle poche gioie di questa partita.

Petagna, S.V.: E’ deprimente rendersi conto di non avere nella Scugnizzeria un giocatore che possa fare meglio di lui. (88′ Fernando Llorente, SV)

Napoli, le seconde linee non sono adeguate

Gattuso, 4.5: Non è concepibile che una squadra di alta classifica possa soffrire così tanto le ripartenze ed il pressing di una squadra di serie B. Il Napoli prima creava diverse occasioni per segnare ogni partita (pur non brillando per gioco), senza concedere così facilmente il tiro agli avversari. Cosa sta succedendo Rino?