Mentre nel mondo si muore i presidenti litigano. Che indecenza

Mentre nel mondo si muore i presidenti litigano. Che indecenza

Il campionato italiano si ferma ma in barba agli eventi che stanno destabilizzando il mondo con questa grave pandemia i presidenti di serie A litigano su tutto. E’ quello che si evince dalle ultime notizie che si leggono sui giornali. Nell’ultima video-conferenza indetta dal presidente della Federcalcio e dal presidente della Lega calcio di serie A , si sono dati battaglia le varie fazioni sia sulla ripresa dei campionati sia sul taglio degli stipendi dei giocatori . Si è convenuto alla fine che il calcio senza campionato non fattura niente e quindi l’unica cosa giusta sarebbe stata rivolgersi al CONI. Con  l’aiuto del massimo organismo sportivo  si dovrebbero  rivolgere al governo ed in particolare al ministro Spadafora, per avere dei rimborsi, come se poi il governo italiano, in questo particolare momento non avesse altro a cui pensare e da spendere. L’unica cosa che questi signorotti del calcio dovrebbero fare e iniziare a pensare che sarebbe meglio incominciare a donare per l’acquisto di strumenti atti a contrastare il virus killer di nome Covid-19. In verità alcuni presidenti tra cui DeLa hanno già iniziato a mettere mano alla saccoccia e dare un aiuto costante e concerto per la lotta al Coronavirus.  Intanto il campionato è fermo ma l’opera di sensibilizzazione tra la maggior parte dei presidenti non è ancora iniziata e non si sa se inizierà. Tale situazione sembra rasentare l’indecenza umana. Neanche davanti ad una tragedia gli interessi umani si fermano.

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Banner 300 x 250 – Hotel Elisabetta – Post
Potrebbe piacerti anche