L’ultima perla del Pipita proprio al Frosinone. Pipita passato da imperatore a traditore di Napoli.

L’ultima perla del Pipita proprio al Frosinone Pipita passato da imperatore a traditore di Napoli

Era una sera di maggio inoltrato Una serata di prima estate Il Napoli di Sarri doveva affrontare un Frosinone dimesso e già retrocesso

La Roma invece doveva affrontare la Sampdoria

Agli azzurri di Sarri bastava vincere In quella partita c’era un altro motivo per cui seguirla

Higuain stava per compiere un record personale

Il Pipita doveva segnare tre goal per raggiungere Nordhal Il pompierone del Milan.

La serata si prestava al lieto evento

Il vero ultimo numero nove della storia azzurra ne segnò tre

L’ultimo goal fu spettacolare Stop di petto e in mezza rovesciata  e superò Nordhal

La folla andò in estasi

Lui pur sapendo che sarebbe stata l’ultima prodezza in maglia azzurra fece il giro di campo con il pallone in mano e il falso sorriso di chi pur avendo fatto il proprio dovere prese in giro i suoi ormai ex tifosi

Passò nel giro di pochi mesi da imperatore di Napoli al primo traditore della storia del Napoli di De Laurentiis considerando che l’amore della folla sportiva verso Giuda in non può essere paragonato a Quagliarella anche esso traditore della maglia azzurra Fu l’ultima perla regalata dal Pipita alla platea azzurra. Anche la più amara Dopo lui scelse di tradire tutti ma proprio tutti i sui tifosi passando tra le file degli odiati strisciati Ma la storia dirà sempre che lui fece il record di goal solo con una maglia quella del Napoli

Pasquale Spera

Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Potrebbe piacerti anche