L’EDITORIALE POSTPARTITA DI UMBERTO CHIARIELLO

Stasera doppio editoriale di Umberto Chiariello, il quale, nell’appuntamento prepartita di Campania Sport, si è espresso sul mercato del Napoli: “Il fallimento del Napoli sul mercato è totale. La società non solo non ha acquistato giocatori ma si è mostrata dilettantesca nei modi, è questo che mi preoccupa di più, oltre al fatto che stasera il Napoli gioca contro il Benevento con zero attaccanti in panchina, dato che Ounas è ammalato. Questi sono fatti ma, acclarato quanto successo, io rifuggo dagli estremismi, da quelli che vogliono giustificare a tutti i costi De Laurentiis perchè tampinato e marcato a vista da  Marotta in ogni passaggio, perchè Verdi salta dopo aver accettato e Orsolini va al Bologna, perchè Younes arriva a Napoli e all’improvviso c’è la sirena Bayern Monaco, perchè De Laurentiis fa capire che c’è qualcuno che ha lavorato affinchè il Bayern depistasse Younes. Questa è la storia più incredibile di calciomercato ed ha ancora contorni poco chiari che nessuno si è preoccupato di spiegare.
Ma poi, Politano, che è un giocatore bravino, che al Napoli sarebbe stato utile e che a Sarri sarebbe piaciuto, ma che io sono contento non sia venuto.  30 milioni di euro sono una valutazione ipertrofica per un giocatore che non li vale e poi tutti, noi giornalisti compresi, avremmo rotto le scatole con la domanda quando fai giocare un giocatore pagato 30 milioni? Sarebbe stato un elemento destabilizzante perchè questi soldi non li vale. De Laurentiis ha voluto fare come nel poker, ha detto vediamo un po’ questi dove vogliono arrivare. Lo sapete chi è Carnevali? E’ un ex collaboratore di Marotta, messo lì da Marotta. Il presidente del Sassuolo è l’ex presidente di Confindustria, e come si prendono i voti se non si è accettati dagli Agnelli? I rapporti tra Sassuolo e Juventus sono strettissimi, e tra Carnevali e Marotta ancor di più, compari di matrimonio, la figlia di Carnevali che lavora alla Juventus, qui è come il figlio di Pairetto, come Agricola che rientra, sono cose che dobbiamo dire e sapere, ma non basta per giustificare il Napoli, perchè il Napoli queste cose le sa e quindi certe brutte figure le poteva evitare.
Sgombriamo il campo da equivoci, il Napoli non ha fatto nessuna sceneggiata,  ha fatto la parte del ricco scemo, di quello che voleva spendere, ed io per la prima volta mi sento ricco, non ci sono più le pezze a culo dei tempi di Corbelli e Ferlaino, quando la litania era sempre bambole non c’è una lira, qui i soldi ci sono, ma non siamo capaci di spendere, perché Marotta ha lavorato per bloccare il Napoli ma al serpente la testa non l’ha schiacciata, perché il Napoli è ancora avanti alla Juve. Io dico che mai come prima questo mercato rafforzerà psicologicamente Sarri e i suoi 18 bucanieri che devono andare in campo lottando contro tutto e tutti, compreso il potere della Juve, perché la Juve ha messo in campo non i suoi campioni, bensì il potere, per battere il Napoli. Rifuggiamo gli estremismi, stiamo vicino ai ragazzi, perché in mano a loro c’è la possibilità di raggiungere un vero miracolo, battere il potere e questa volta è possibile”.

Potrebbe piacerti anche