E’ già finito l’effetto di sor Claudio Ranieri sulla Roma?

E’ già finito l’effetto di sor Claudio Ranieri sulla Roma?

Pasquale Spera

Allo stadio “Mazza” di Ferrara si sfidano la Spal e la Roma.

Sfida importante sia per la Spal, che deve salvarsi che per i giallo-rossi  che devono confermare la vittoria di lunedì sera ottenuta in maniera sofferta contro l’Empoli che è costata la panchina a Iachini a vantaggio del romano Andreazzoli.

La Spal non batte la Roma sia a Roma che in casa sua  dal campionato  di serie A 1965-66

All’andata i ferraresi s’ imposero all’Olimpico per il 0-2 e il 30 gennaio 1966 la squadra ferrarese s’impose allo stadio “Mazza” con goal di Massei e Gennaro Olivieri (prodotto del vivaio stabiese)

Era quella la Spal di Reja, Bagnoli e Capello ma a firmare la vittoria fu un giovane difensore stabiese: Gennaro Olivieri.

La cronaca

Partita iniziata in maniera intensa.

La Spal attacca soprattutto sulla fascia destra con Lazzari che viene contrastato in prima battuta da El Shaarawy che fa il quinto in fase difensiva e poi da Juan Jesus.

Prima azione pericolosa della Spal al 17’. Colpo di testa  di Murgia dopo una punizione di Kurtic dalla sinistra.Il pallone va fuori di poco.

All’improvviso la Spal passa in vantaggio con Fares; che con  un ottimo  stacco colpisce di testa il pallone che beffa Olsen insaccandosi  nella porta romanista.

Sula fascia destra ferrarese Lazzari è padrone assoluto.

La Roma sembra più compatta a centrocampo, ma sulle fasce risulta essere deficitaria, soprattutto a sinistra dove gli attacchi di Lazzari mettono in grossa difficoltà  El Shaarawy e Juan Jesus.

Ancora Kurtic che con un tiro violento tenta la via del goal al 25’ ma il tiro va fuori.

Al 26’ colpo di testa di Schick. ma il pallone va alto.

Ancora Lazzari al 28’ che s’incunea in area ma il suo tiro viene deviato.

Al 34’ la Roma risponde con Dzeko il cui tiro viene parato da Viviano.

El Shaarawy s’improvvisa mezz’ala e dopo un lancio lungo s’accentra ma il suo tiro va fuori.

La Roma non ha spirito di squadra. Ognuno gioca per sé stesso. La difesa  spallina ingabbia l’attacco romanista.

La Roma non appare coordinata nella fase difensiva e offensiva.

Il primo tempo finisce 1-0 per la Spal.

Parapiglia al 47’ tra un nervoso Dzeko e un giocatore spallino.

Al 51 bell’ azione del nuovo “Golden boy” azzurro Zaniolo che fa un ‘ assist per Dzeko.

Il bosniaco viene atterrato in area. È Rigore. Perotti segna spiazzando il portiere.

Ma la Spal non ci sta e Petagna viene atterrato da Juan Jesus.

L’arbitro dopo aver consultato Il Var decide per il rigore che Petagna segna per 2-1.

Tutto il popolo ferrarese è in visibilio.

Ancora Spal.Colpo di testa dell’indemoniato Petagna ma il pallone va alto di poco.

La Roma con il suo 4-2-4 inevitabilmente si espone al contropiede della Spal.

La squadra di Ferrara  si arrocca davanti al suo portiere e poi  Lazzari riesce a ribaltare, con la sua falcata una buona ‘azione difensiva in un ‘ottma fase offensiva.

Dopo un tiro di Dzeko respinto dalla difesa spallina è la squadra ferrarese con Cionek che con un colpo di testa indirizza il pallone sulla traversa.

Un’ altra azione della Roma è un tiro alto di Cristante al 3’ minuto di recupero.

Ancora i giallo-rossi con Perotti che mette un cross dalla sinistra ma Dzeko non arriva all’appuntamento con il goal.

Dopo 53 anni la Spal batte la Roma sia fuori casa che in casa.

L’effetto Ranieri si può dire che già è finito?

Banner 300 x 250 – Spider – Post
Potrebbe piacerti anche