A Bologna va in scena le “Comiche III!”

A Bologna va in scena le “Comiche III!”

Pasquale Spera

Se fosse vivo Paolo Villaggio e se fosse sulla cresta dell’onda il mitico Renato Pozzetto mai avrebbero fatto un remake delle comiche più riuscito di quello fatto dal Bologna stasera Una squadra che solo al 75’ si rendeva conto dell’importanza della sfida Attore principale di queste comiche era il portiere Da Costa Il brasiliano degno erede del mito dei portieri brasiliani Waldir Peres, ma quelli scarsi, combinava una frittata degna di un grande chef Si era al 9 minuto quando un lancio innocuo di Douglas Costa( forse cugino del portiere) arrivava al limite dell’area il folle portiere bolognese usciva a limite dell’area abbatteva l’unico difensore che poteva prendere il pallone , non lo tratteneva perché usciva con la tipica “Uscita a Guantiera” e il pallone arrivava a Bernadeschi che insaccava per l’0-1 Altro protagonista delle comiche bolognese era Desto Un giocatore che lisciava goal e sprecava azioni in maniera ridicola Non può giocare un giocatore che appare depresso e abulico Va recuperato prima come uomo. Ma le comiche non finivano qui .Un retropassaggio di Bonucci veniva considerato involontario, solo chi non ha giocato a calcio può pensare a questo La comica finale era il secondo goal dei non colorati ma sempre fortunati I giocatori del Bologna si scansavano in pieno e permettevano a  Kean di raddoppiare( 49′) La partita delle comiche finiva qui e la Juve passava il turno Ma che squallido spettacolo.

Potrebbe piacerti anche