DIETRO GLI AZZURRI IL VUOTO

Il Napoli batte l’Inter con un roboante 4-1, domina in largo e lungo la partita e porta i nerazzurri a -13 dai partenopei, facendo meditare sulla competitività del campionato italiano.
Più che pensare a quanto la Juventus sia avanti alle altre , dovrebbe fare ancora più scalpore il divario tra gli azzurri , secondi in classifica, e tutte le altre.
Si evidenzia un livellamento verso il basso che porta il calcio italiano sempre più indietro rispetto a tutti i campionati europei.
Troppo evidente è sembrato il divario tra il Napoli e l’Inter e ne ha beneficiato l’Atalanta che con una vittoria con il Sassuolo nel prossimo turno di campionato potrà brindare per il la meritata qualificazione in Champions.
Tornando al Napoli questa stagione , in fase di conclusione , ha evidenziato diversi spunti su cui meditare e soprattutto su cui cercare di lavorare, al fine di poter operare sul mercato con vendite e acquisti oculati e mirati.
E’ evidente la necessità di acquistare un attaccante che garantisca minimo 20 gol a stagione, visto che Milik, pur avendo approcciato in modo più che positivo in questo campionato dopo due anni attanagliati da infortuni , sembra non avere la cattiveria giusta sotto rete , lo evidenziano le innumerevoli reti non realizzate pur essendo in posizione favorevolissima sotto porta.
La poca concretezza degli azzurri è stata una variabile di questo campionato eppure i gol non sono mancati , ma di sicuro si poteva fare molto di più.
Sembra oramai vicina la riconferma di Mertens , mentre è ancora in bilico quella di Insigne che potrebbe andar via per essere sostituito da Lonzano.
In vista del prossimo anno , le aspettative dovrebbero essere quelle di rinforzare la rosa ma soprattutto di ricompattare l’ambiente che esce smantellato da questo campionati.
Bisogna riportare i tifosi allo stadio , è troppo importante ritornare ad avere il cosiddetto dodicesimo uomo in campo , che è stato un punto fermo dell’intera storia del Napoli.

Lino Gallo

Potrebbe piacerti anche