De Laurentiis vi sta smentendo!

In questo periodo i soliti contestatori cronici di Aurelio De Laurentiis lo stanno criticando per il mercato finora non scoppiettante del Napoli. Premetto che non sono il più grande estimatore del presidente, ma mi piace osservare i fatti con una prospettiva scevra da pregiudizi e assurde congetture.

Ma analizziamo la situazione.
secondo i soliti “delafobici” ADL avrebbe dovuto cedere mezza squadra ma finora l’unico sicuro partente è Jorginho per una cifra che supera i 50 milioni di euro. Sarebbe stato difficile trattenerlo perché richiesto dal City, ma il Napoli riesce anche stavolta a fare una grande plusvalenza.
Con i soldi dell’italo-brasiliano gli azzurri hanno preso Verdi, presto ufficializzeranno Ruiz e di sicuro interverranno in altri ruoli.
De Laurentiis ha trattenuto Hamsik perché dalla Cina non è arrivata un’offerta congrua (“O mi danno 30 milioni o nulla“) mentre Mertens sembra che resti ancora a Napoli.
Callejon, nonostante la clausola, è ancora un giocatore del Napoli. La clausola dell’esterno andaluso scade il 30 giugno e il Milan, club interessato, nonostante le smentite di Quillon, è alle prese con ben altri problemi, ragion per cui non potrà insidiare il Napoli.
Sul portiere si sondano ancora varie strade ma di sicuro arriverà qualcuno di affidabile. Abbiamo parlato di Donnarumma, poi c’è Meret: in pratica i due portieri della nazionale e due elementi di sicuro avvenire.
Infine ha sostituito Sarri con Ancelotti, che probabilmente non darà il gioco spumeggiante del toscano, ma a livello di blasone è nettamente superiore al suo predecessore.
Finora la catastrofe che doveva abbattersi sul Napoli, secondo i suddetti delafobici, non si è abbattuta e ADL sta dimostrando di voler mantenere lo zoccolo duro della squadra e di completarla con acquisti intelligenti e mirati.

Lo sto scrivendo io, che la scorsa stagione mi sono scagliato contro il presidente per il non mercato. Ad ogni modo, è facile a questo punto pensare che non vi saranno altre cessioni importanti se non tramite il pagamento delle clausole.

Il modus operandi neanche mi dispiace: altre società – mi riferisco alle competitor a livello economico – prendono dei 30enni che non danno garanzie fisiche e che rappresentano grosse scommesse, mentre il Napoli punta su calciatori molto più giovani e dai grossi margini di miglioramento.

Diamo a Cesare quel che è di Cesare!

 

A cura di Vincenzo Di Maso

Banner 300 x 250 – Aragon Trasporti – Post
Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Potrebbe piacerti anche