Ass. Borriello chiarisce: “Sarà uno stadio di classe B non uno di classe A”

Ciro Borriello, assessore allo Sport del Comune di Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, dando ulteriori aggiornamenti in merito ai lavori in corso allo stadio San Paolo per le Universiadi:

“Ognuno ha fatto un pezzo di questo lavoro sul San Paolo. C’è ancora tanto da lavorare, ci sarà ancora un ammodernamento. La convenzione, poi, potrebbe indurre il Napoli a fare investimenti sullo stadio”.

“Il San Paolo è uno stadio di classe B, per ora, non uno di classe A”.

All’esterno purtroppo ci sono ancora problemi, il ballatoio è ancora com’è lasciato. Bisogna brandizzare quei tralicci odiosi della copertura, rivestendoli magari con dei led che proiettano messaggi. Stiamo pensando anche a questo futuro, da settembre in avanti, quando ci sarà la tranquillità per mettere a posto tutto.

Mettere in vendita i vecchi sediolini? Li abbiamo stoccati in un luogo segreto e stiamo procedendo con delle società di crowdfuding per fare un’asta. Magari arriverà un magnate americano che li compra e ci permette, con quei soldi, di fare una palestra o un campetto di periferia. Parcheggio? Si può fare un bando o darlo in concessione al Napoli, ma ci penseremo dopo le Universiadi”.

Pubblicato da Giovanni Musella

– segui persemprenapoli su facebooktwtteryoutube

– Napoli-Inter 4-1, LE PAGELLE: Gli azzurri strapazzano l’anti-Juve degli esperti di calcio

Potrebbe piacerti anche