Sia maledetta la partita doppia. Sia maledetto il bilancio delle entrate ed uscite e lo svilente spettacolo di uno stadio vuoto ma con i salotti casalinghi pieni.
Questo è il vero fallimento.
L’allontanamento.

Dallo sport, dal calcio, dalla politica, da ogni cosa che non può prescindere dalla Partecipazione, la Passione.

Guai a quella Società che affronta le sue questioni senza il piglio coraggioso del Desiderio. Ci si allontana quando la radice non ha più spazio. Il terreno è arido e l’acqua finisce.
È un allarme importante egregio presidente.

È un grido di allarme che ben hanno conosciuto leader di spessore e caratura.

Della serie tutto sembrava andar bene, il partito mi sosteneva ed i voti in parlamento non mancavano.
Le frizioni? Si certo ma quelle servono. Quelle fanno crescere.

E poi?

Poi cade un governo e ti ritrovi a non capire dove hai sbagliato. Che sia mancata la coesione?
Sia mancata la passione che lega uomini ed idee?

Uno stadio pieno ma silenzioso e assai più triste di un minuscolo campo di lega pro che però vive di colori e passione.

Siano maledetti coloro che hanno privato la Gente di vivere la Domenica. Lo scontro. Il duello. Il confronto ma anche lo spettacolo del teatro all’aperto.

Il calcio è infinite cose.
Lo è la Politica. Lo è la vita di paese e città.

Dato tangibile l’interesse morboso dei media e dell’esistenza di canali, radio, tv e mille e più social.
Il calcio è passione.

L’azienda è business. Bravissimi quei manager che sanno mixare il tutto.

Perdonateci è domenica e siamo assaliti da una nostalgia di esami universitari e centinaia di libri famelicamente divorati.

Gli azzurri si apprestano alla seconda amichevole a Castel di Sangro. Il Mallorca. Un test!

Un test per tutti anche per chi si ostina a creare distanze.
Solchi e silenzi..

Banner 300 x 250 – De Luca – Post