L’effetto Dybala si sta rovesciando in maniera deflagrante non solo in casa giallorossa, ma su tutto il Lazio.

Il passaggio della joya alla Roma ha rabbuiato, non poco, il mercato di sponda biancoceleste, fino a quel momento condotto in maniera più che egregia, per la prima volta Lotito spende una cinquantina di milioni nella campagna acquisti.

Stessa cosa accadde lo scorso anno, quando per rispondere alla bomba Mourinho, la Lazio ingaggiò Maurizio Sarri, andando oltre le proprie possibilità contrattuali. La storia potrebbe ripetersi anche quest’anno, con l’acquisto di Dries Mertens da parte laziale, per ridare entusiasmo ai tifosi e rispondere ai cugini.

Sarri spinge ogni giorno sia col suo presidente, sia col giocatore per convincerlo a proseguire la storia iniziata a Napoli.

Fu proprio col tecnico toscano che Ciro iniziò a giocare da punta, segnando valanghe di gol, entrando nella storia dei marcatori di sempre partenopei.

Lotito si sta convincendo ad uno sforzo economico per accontentare il proprio allenatore, complice la partenza di Muriqi, direzione Palma de Majorca, che porterebbe liquidità da investire sull’ingaggio del belga.

D’altro canto Dries vuole stringere i tempi, l’inizio del campionato si avvicina sempre di più e la possibilità di un accordo in extremis, con il Napoli diventa sempre più difficile, nonostante resti la sua prima scelta. Nel frattempo gli azzurri si tutelano nel ruolo, andando a chiudere la trattativa con Solbakken, un esterno offensivo che Giuntoli seguiva da tempo.

Nella giornata di ieri visite mediche a Villa Stuart, per il giocatore, accompagnato dall’entourage napoletano, per valutare una lussazione alla spalla, che si porta dietro da tempo. Nel caso, parliamo di un’ operazione da concludere a Gennaio, quando il norvegese si svincolerà dal Bodo a costo zero.

Sarebbe il primo tassello per sopperire all’eventuale partenza di Mertens, resta comunque calda la pista Deloufeu, anche se qui c’è un costo di cartellino importante che ne rallenta la chiusura.

Solo Aurelio De Laurentiis, che ad oggi non si è ancora appalesato, può dare una svolta alla questione rinnovo col numero 14.

Anche Cristiano Giuntoli si è chiamato fuori dalla contesa, in virtù di un rapporto diretto tra i due, incrementato probabilmente ai tempi della visita a Ciro Romeo, da parte di Dela.

mertens napoli


Se la Lazio, però, riuscisse a piazzare l’attaccante kosovaro nei prossimi giorni, andrebbe in maniera pesante sull’ex Napoli, con buone probabilità di riuscita, visto anche l’ottimo rapporto tra Sarri e Mertens.

Per Napoli e De Laurentiis, ancora poche ore, qual ora volesse realmente trattenere il suo Capitano.

Banner 300 x 250 – Tecsud – Post