Mascherine: ecco le nuove linee guida dall’Oms

Dall’Organizzazione Mondiale della Sanità arrivano le nuove linee guida generali per indossare le mascherine. In riferimento allo scenario mondiale del momento, l’OMS evidenzia infatti la necessità di portarle sempre nei luoghi pubblici. Una disposizione già adottata da diversi Paesi, tra cui l’Italia. Ora però – suggerisce l’Organizzazione – è opportuno estenderla a livello globale.

Le mascherine vanno indossate non più solo da operatori sanitari, malati di Covid-19 e chi li assiste. Anche se da sole non bastano, come ha ribadito ieri il direttore generale, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel consueto briefing sulla pandemia a “proteggere contro il Covid-19”. Un bel cambio di rotta in piena pandemia. Fino ad ora l’Oms aveva infatti rimarcato il “falso senso di sicurezza” trasmesso dall’indossare una copertura sul viso, senza specificare l’importanza dell’utilizzo. Ma considerate le nuove prove sulla trasmissione del coronavirus che si sta cominciando a conoscere l’organizzazione torna sui suoi passi rispetto al documento rilasciato il 6 aprile, allargando l’obbligo di indossarle perché utili a contenere i contagi.

Quindi per l’Oms le mascherine vanno indossate nelle aree pubbliche, e per operatori sanitari e over 60 la raccomandazione è quella di indossare una mascherina medica.

Mentre le classiche mascherine chirurgiche, quelle che l’OMS definisce “di tessuto a tre strati”, sono consigliate a tutti gli altri, ovviamente nei luoghi e nei frangenti in cui il distanziamento è impossibile da rispettare.

Per il momento in Italia vige già una normativa molto simile in Piemonte e Lombardia (le regioni più colpite) dove l’obbligo di indossare la mascherina si estende anche all’aperto; mentre nelle restanti regioni il principio è quello di indossarle nei luoghi pubblici e quando non è possibile rispettare il distanziamento.

fonte Avvenire

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Banner 300 x 250 – Literlfex – Post
Potrebbe piacerti anche