Juve, Sarri: “Pjanic meglio di Higuain. Scudetto alla Lazio? Le partite vanno giocate”

Così il tecnico bianconero: “Khedira è più indietro rispetto a Chiellini, Bernardeschi può giocare. Sono contento di Cuadrado. Buffon? Non lo so. Con la Spal sarà una gara insidiosa”.Se ne parla in questo articolo pubblicato su il Corriere dello Sport.it  Chiellini mi metterà pressione? Non lo so ancora, stava abbastanza bene anche se gli manca l’ultimo passo. Valuteremo insieme dopo l’allenamento di oggi, ne parleremo con lui“. Il tecnico della Juventus Maurizio Sarri, alla vigilia del match con la Spal al Mazza di Ferrara (fischio d’inizio sabato 22 febbraio alle ore 18), valido per la 25ª giornata di Serie A, risponde alle domande dei cronisti in conferenza stampa. Dopo Chiellini, capitolo Buffon, altro veterano della rosa bianconera: “Non so se giocherà, parleremo dopo con Filippi e valuteremo solo domani. In questo momento pensiamo solo alla gara con la Spal“. Mentre per Cuadrado l’allenatore toscano si dichiara “contento, perché è migliorato tanto in fase difensiva e ora per necessità è tornato a fare l’esterno offensivo e l’ha fatto nel modo giusto, siamo contenti del suo rendimento“, su Khedira dichiara che “è più indietro rispetto a Chiellini perché l’intervento è avvenuto successivamente. Vedremo se portarlo con noi o farlo lavorare per recuperarlo al meglio“. Sugli altri infortunati: “Bernardeschi può giocare, valuteremo anche con lui. È stato sballottato in diverse posizioni del campo, senza Douglas Costa è chiaramente un’alternativa anche in avanti come esterno. Pjanic sta abbastanza bene, ieri ha svolto un buon allenamento. Higuain ha ancora mal di schiena, Miralem sembra più avanti“.Sull’eventualità che le caratteristiche dei giocatori della Juventus abbiano “stravolto” il sarrismo: “Non ho cambiato idea rispetto a giugno, non sto stravolgendo nulla. Ma ci sono da tenere in considerazione cose diverse, bisogna fare in modo che i giocatori con caratteristiche individualiste rendano al meglio, cercando però di innescare una filosofia di gioco. Ma bisogna adattarsi alle caratteristiche dei calciatori“.Sulle tante partite ravvicinate: “In questo momento della serie di partite non ci interessa nulla, ma la sensazione è che siamo in crescita. Ora pensiamo alla gara di Ferrara, sappiamo che è un periodo importante ma la filosofia deve essere quella di attaccare partita dopo partita senza pensare a un ciclo di gare. Dobbiamo pensare alla Spal e basta. Tanti diffidati ad una settimana dall’Inter? Penseremo soltanto alla gara di Ferrara. Lazio favorita perché non ha altri pensieri? Sono pensieri sulla carta, poi bisogna vedere come va ogni partita“. Ancora sulla Spal: “Con Di Biagio hanno giocato una sola partita, quindi è difficile farsi un’idea. Qualcosa è cambiato a livello di modulo, non sarà facile. La Juve lo sa bene perché negli ultimi anni la gara di Ferrara è sempre stata complicata. Il 4-3-3 è una scelta definitiva? No, mi adatto ai giocatori che ho a disposizione. In questo momento mettiamo un attaccante esterno e non un trequartista, ora Cuadrado ci dà più ampiezza. A livello difensivo non cambia molto“.

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Banner 300 x 250 – Suerte – Post-
Banner 300 x 250 – Literlfex – Post
Potrebbe piacerti anche