Under non vuole saperne del Napoli: è proprio vero che De Laurentiis è un uomo fortunato…

Under alla Roma in 3 anni ha messo insieme 70 presenze in campionato. 70 presenze su 108 possibili, diciamo che è stato fermo per almeno un terzo delle partite. Il dato cala drasticamente nell’ultima stagione quando ha avuto appena 18 presenze, meno del 50% delle possibili 38. Parliamo di presenze, non delle volte in cui è partito titolare.  In 70 presenze ha messo insieme 13 gol, 7 il primo anno, poi nelle due stagioni successive si è sempre fermato a quota 3.

I numeri dicono che non è un giocatore che fa la differenza. Discreta tecnica, buona velocità, un piede solo, il sinistro che però usa bene, specie quando si tratta di concludere a rete. Il limite maggiore di questo ragazzo, che ha appena 23 anni è la fragilità. Se ha giocato poco è perché spesso è infortunato. E questo, sia detto per inciso, non è un alibi. Nel senso che prima di prendere un giocatore così fragile uno deve pensarci più e più volte.

Non si è capito bene perché il Napoli lo abbia seguito, dicono, con tanta insistenza. Di certo non può essere considerato l’erede di Callejon. Due giocatori che non potrebbero essere più diversi. A parte che lo spagnolo ha una salute di ferro, di tratta di giocatori che occupano la stessa posizione in campo. Ma non hanno nulla in comune. Callejon è un destro naturale, con una grande facilità di corsa, che lo porta a coprire sostanzialmente tutta la fascia. Segna molto, ma lo fa soprattutto grazie ad inserimenti senza palla. I suoi famosi tagli che hanno fatto impazzire le difese di serie A per anni. Tutti sanno il suo movimento, ma nessuno riesce a fermarlo.

Under è solo mancino. Parte da destra, palla al piede, per accentrarsi e calciare a rete. Il suo contributo alla fase di non possesso è estremamente limitato. Velocissimo, è però di facile lettura per le difese avversarie, che sanno che parte sempre palla al piede, ed essendo mancino, è portato sempre ad accentrarsi.

Al di là dei problemi fisici ricorrenti, non ha nulla in comune con Calleti. Per di più nel Napoli attuale, si troverebbe a giocare gomito a gomito con Fabian, un altro mancino che parte da destra per accentrarsi.

Pare che Uder non voglia saperne di venire a Napoli. E’ proprio vero che De Laurentiis è un uomo fortunato!

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Banner 300 x 250 – Suerte – Post-
Potrebbe piacerti anche