Presidente Gremio:” Giuntoli sa quanto vogliamo per Evertoon!”

Presidente Gremio:” Giuntoli sa quanto vogliamo per Evertoon!”

Una giornata in chiaro oscuro per il mondo del calcio italiano. Oggi il presidente Gravina in accordo con le disposizioni del comitato scientifico istituito dai ministri Speranza e Spadafora, rispettivamente ministro della salute e ministro dello Sport ha deciso finalmente le line guida che d’ora in poi dovranno seguire le varie squadre. Quest’ultime hanno accettato anche le modifiche del protocollo che la commissione medico scientifica della FIGC aveva deliberato allo scopo di preservare la salute umana. La federazione gioco calcio in accordo con le quattro leghe, tre professionistiche (Lega di serie A, lega di serie B, lega di serie C o lega pro) e la lega dilettanti ha cosi deciso. Riprenderanno le tre leghe professionistiche mentre si sospenderanno quelle dilettantistiche. Se era risaputa l’intenzione di continuare della Lega di serie A e quella di serie B sembra strano che la Lega Pro vorrebbe continuare. L’unica Lega quella di dilettanti però ha dato forfait. Infatti il presidente Sibilia ha comunicato che tutti i campionati dilettantistici sono sospesi definitivamente. Questo comporta che quasi la metà delle squadre dilettantistiche avranno dei problemi dal punto di vista economico. Il futuro di queste società sembra essere più nero che roseo. Infatti quasi la metà delle squadre di serie D dovranno rinunciare ad iscriversi l’anno prossimo. Non è il caso delle tre squadre principe della serie D campana. Infatti la Turris avendo un margine di distanza sulla seconda notevole dovrebbe essere promossa. Il Sorrento fortunatamente grazie ad una gestione oculata della società del presidente Cappiello e dei soci Durante, Di Leva sotto la guida di Aponte non dovrebbe avere problemi. Dispiace che quest’anno la squadra costiera guidata magistralmente da un signor, di nome e di fatto Maiuri, stava facendo bene tanto che era in lizza per un posto play-off. Stesso discordo vale per gli oplontini di Mazzamauro. Cosa sarebbe servito per evitare il funerale dei dilettanti? Sarebbe servito un po’ di sano altruismo della lega di serie A. Bastava donare una quota per permettere ai dilettanti di rispettare il protocollo salva salute. Quindi il risultato di questa giornata è stato la morte della lega dilettanti Adesso si spera che il governo si faccia carico di quegli atleti che rincorrendo un pallone cercano di portare avanti famiglie intere In pratico oggi si è celebrato il funerale della lega dilettanti.

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Potrebbe piacerti anche