Calhanoglu-Napoli, la situazione

L’avventura di Hakan Calhanoglu al Milan è stata un saliscendi degna delle migliori montagne russe. Arrivato nel 2017 dal Bayer Leverkusen con fama di “Dio delle punizioni” (FreistoßGott), i suoi numeri in termini di gol e assist sono stati sempre buoni. Le sue prestazioni sono state invece molto incostante.

Nella scorsa stagione non ha brillato fino a prima del lockdown. A partire da giugno, il turco nato in Germania è stato praticamente inarrestabile. In questo primo scorcio di stagione è invece regredito. La situazione contrattuale sta certamente influendo. L’accordo con il Milan scade nel 2021 e Calhanoglu ha chiesto 6 milioni di euro a stagione (trattabili), a fronte dei 2,5 percepiti attualmente.

Quando un calciatore va in scadenza, si sente in potere di chiedere cifre molto alte. Nel frattempo, su di lui si sono registrati gli interessi, tra le altre, di Atletico Madrid, Napoli, Juve e Inter. Le squadre che si stanno muovendo in maniera più convinta per strapparlo a parametro zero sono Napoli e Atletico Madrid. I Colchoneros sono disposti ad offrire 5 milioni al turco, mentre il Napoli 4,5.

Dal canto suo, il Milan è pronto ad arrivare a 4 milioni di euro. Per ora l’offerta è di 3 milioni più bonus. L’agente Gordon Stipic ha portato le offerte dei due club summenzionati. Calhanoglu è disposto a restare in rossonero, ma chiede il raddoppio dell’ingaggio. A 5 milioni si chiuderebbe, ma non a 4. Se il Milan pareggerà l’offerta del Napoli, le possibilità di rinnovo saranno alte. La forbice tra domanda e offerta tra Milan e Calhanoglu è ora di 2 milioni di euro.

Presto ci sarà un summit con l’agente Gordon Stimic, che ha due offerte sul piatto. Starà al Milan decidere se aumentare l’offerta prevista, oppure lasciare andare a parametro zero un calciatore che non ha mai raggiunto le proprie potenzialità.

Segui persemprenapoli su facebook, twitter, youtube
Banner 300 x 250 – Co.Tel.Pa. – Post
Banner 300 x 250 – Literlfex – Post
Potrebbe piacerti anche