Allan a Parigi potrebbe essere un grande affare (anche tecnico) per tutti

Il caso Allan scuote il Napoli. Da Parigi è pronta un’offerta faraonica per il mediano azzurro che ha conquistato la nazionale. Pare addirittura 90 milioni di euro. Diciamolo senza problemi: a queste cifre sarebbe da folli non accettare. Il giocatore non vale quei soldi. O per meglio dire: li vale solo in questo momento, per di più per una sola squadra. Il Paris Saint Germain ha verificato che per puntare alla vittoria della Champions ha bisogno di un certo tipo di giocatore. Al livello del PSG, ipoteticamente sul mercato, al momento c’è solo Allan. Quindi deve provare a prenderlo a tutti i costi, presentando una offerta oscena.
Ovvio che a giugno le condizioni potrebbero essere molto diverse, ed il valore di mercato del giocatore crollare a cifre “umane”, diciamo intorno ai 50/60 milioni. Trattenere Allan per altro potrebbe essere anche complicato: il giocatore sa bene che questa è l’occasione della vita. A Parigi lo aspetterebbe un contratto che a Napoli non avrebbe mai, oltre la possibilità di vincere la Champions. Non farebbe storie per restare, ma è chiaro che non sarebbe felicissimo.
Logica vorrebbe quindi che il Napoli lo cedesse. Ma per farlo dovrebbe avere pronta una valida alternativa. Una alternativa che non si chiama Barella, che ha fatto sapere di non gradire il trasferimento. Ma in giro per l’Europa ci sono validi giocatori. E con tanti soldi non dovrebbe essere impossibile prenderne uno. Fermo restando che poi con i milioni restanti si potrebbe rinforzare la squadra anche in altri settori.
Non dimentichiamo che il Napoli ha in squadra giocatori che a fine stagione avranno 32 anni. Sono ancora validissimi, e non dovrebbero essere ceduti, se non in presenza di offerte importanti. In ogni caso si dovrà iniziare a programmare il futuro. Ed i soldi di Allan potrebbero iniziare a servire per questo scopo. Il Napoli ha necessità soprattutto in difesa. Albiol ha una certa età, Koulibaly, si è capito, a luglio non potrà essere trattenuto. Meglio comprare adesso che dopo, quando si sarà con l’acqua alla gola.
Una cosa è bene chiarire: vendere un giocatore importante non è mai piacevole, ma non è neanche la fine del mondo. A patto che poi si investa bene, prendendo giocatori pronti, e non solo giovani di belel speranze che poi rischiano di perdersi perché poco utilizzati.

Banner 300 X 250 – Lieto – Post
Potrebbe piacerti anche