Al Lotteria di Agnano vince Bel Avis tra l’amarezza generale.

Pasquale Spera

Nella splendida cornice dell’Ippodromo di Agnano dove non ci sono posti a sedere tanto la folla sugli spalti e dove c’erano presenti tanti vip della vita mondana partenopea e non, a vincere non è stato il superfavorito Vitruvio che come i grandi tenori ha steccato nell’ultimo acuto della sua gara, ma, trentanove anni dopo la vittoria di Hillion Brillouard del 1980, Bel Avis, pilotato dall’asso francese Jean Michele Bazire.

Partenza sprint di Vitruvio che con Attacco Diablo e Disco Volante fanno l’andatura.

Ad un certo punto Bel Avis decide che il 70 gran premio Lotteria di Agnano deve essere riportato  in Francia.

Accosta Vitruvio che all’ultimo acuto stecca, anzi buca e Bel Avis, per la disperazione di gran parte della folla che ha giocato Vitruvio vincente, vince.

Sul palco ci sono state  parecchie felicitazioni al fuoriclasse francese e al cavallo ma anche tanta  grande amarezza.

Per Bazire, numero di Francia dove quest’anno ha vinto anche l’Amerique con Belina Josellene, è il triplete nel Lotteria dopo le vittorie del 2007 di Exploit Caf e del 2008 di Gambling Bi, entrambe però con cavalli napoletani.

Per la cronaca Disco Volante è arrivato secondo.  Bel Avis ha trottato da 1.11.3, ragguaglio lontano dal record del Lotteria di Timone Ek (1.10.5 di Timone Ek del 2017).

Un Altro record è  quelle delle scommesse sul campo che hanno superato i 310mila euro, di cui più di 190 a quota fissa.

Mai in un ippodromo italiano si era scommesso tanto.

 

 

Banner 300 x 250 – Tecsud – Post
Banner 300×250 – Messere – Laterale 2