Con Kalydou Koulibaly a Londra per le visite mediche e pronto all’ufficializzazione in casa Chelsea, il Napoli si trova costretto a velocizzare il rimpiazzo, non certo facile, per il ruolo e per quello che il comandante ha rappresentato in questi anni.

La soluzione più probabile e pronta per l’uso è quella che porta a Francesco Acerbi, difensore esperto, 34 anni, stipendio basso e in uscita dalla Lazio.

La squadra biancoceleste vorrebbe chiudere al più presto la vicenda, i rapporti con la tifoseria romana sono insostenibili, già all’arrivo in ritiro il difensore nazionale è stato costretto a lasciare il campo di allenamento, visto ciò che si era scatenato sugli spalti.

Il rapporto con Sarri non è mai sbocciato, la netta spaccatura con il pubblico, spingono il club di Lotito a chiudere il trasferimento entro questo weekend, proprio per evitare un altro bagno di insulti, che andrebbe solo a destabilizzare il lavoro del gruppo.

I rapporti tra Lotito e De Laurentiis sono buoni, appare abbastanza semplice trovare un accordo, il calciatore ha già accettato la proposta contrattuale, dopo aver rifiutato il Monza, proprio perché vuole giocarsi le sue carte in una piazza importante, anche in previsione dell’europeo.

I costi di Acerbi

La richiesta è di 5 mln di euro per il costo del cartellino, ma si potrebbe scendere intorno ai 4, l’ingaggio attuale è di 800.000 euro, più congeniale alle sue caratteristiche la difesa a tre in stile Inzaghi, ma anche a quattro non sfigura, per lui quest’anno anche quattro gol, su trenta presenze totali in campionato.

Spalletti avrebbe dato il suo gradimento, consapevole che ha bisogno di un centrale che conosca bene il campionato italiano e non abbia problemi di adattamento, vista l’imminenza dell’inizio della stagione.

Nel frattempo Giuntoli si guarda intorno, in attesa dell’arrivo a Dimaro del Presidente, i nomi più gettonati sono quelli di Kim, il coreano del feyenoord, di cui si parla molto bene, ma potrebbe avere problemi di inserimento.

Più fredda la pista che porta a Bremer, più vicino ad Inter o Juventus, stesso discorso per ciò che riguarda Milenkovic, più probabile per lui, nel caso lasciasse Firenze, una soluzione a strisce verticali.

In attesa di chiudere la trattativa per Ostigard, potrebbe uscire fuori un nome nuovo, ma difficilmente arriverebbe dal campionato italiano, si parla di Premier ( Bailly ) o Bundesliga ( lacroix), sempre vivo il nome di Senesi.

Nelle prossime ore si scioglierà il nodo, tutto lascia presupporre che i prossimi allenamenti di Acerbi, si svolgeranno a Dimaro.

Banner 300 x 250 – Ds – Post