Gianluca Petrachi, direttore sportivo del Torino, è intervenuto a Sportitalia ed ha commentato l’ultima bomba di mercato che vede Belotti prossimo acquisto del Napoli:

“La tv è l’anima del commercio, sparare le notizie fa audience, ma certamente non posso che smentire questa notizia, assolutamente fasulla, mi dispiace per te (rivolgendosi a Criscitiello). Con Giuntoli ho un ottimo rapporto, mi aveva chiamato per Sirigu, mi aveva chiesto se perdesse tempo a chiederlo e gli dissi di sì. Se il Napoli fosse interessato a Belotti mi chiamerebbe, ma ad oggi non c’è nulla di vero. Ovviamente il mercato è strano e può succedere di tutto, ma ribadisco: Belotti non mi ha chiamato e non credo che qualcuno possa chiamare direttamente un mio giocatore, sarebbe poco corretto.

Aumento per Belotti? Il tetto ingaggi del Toro è posizionato su quella cifra, i nostri top-player non superano l’asticella del milione e mezzo a stagione. Ma ribadisco, se uno va dal giocatore e gli promette soldi in più, è comunque il Torino a dover decidere se l’offerta è interessante. A volte qualcuno fa pressioni perchè qualcun altro, scorrettamente, arriva prima dai ragazzi o dagli agenti. La cosa corretta è parlare prima con le società

Quanto costa Belotti? Fare una valutazione non è corretta, ma credo che nel momento in cui arrivano delle richieste è il mercato che fa il prezzo. Se c’è una squadra o tre, è normale che uno voglia capire l’appeal che il proprio giocatore ha. E’ difficile dire se Belotti valga X o Y. Cairo è imprenditore, se deve vendere decide lui il prezzo, è il suo lavoro. Io posso dire chi c’è da comprare, ma quando c’è da vendere la sua parola è sempre l’ultima.

Belotti contento di restare a Torino? E’ il nostro capitano, è ripartito alla grande, sa che deve recuperare quanto perduto lo scorso anno dopo i problemi fisici. Belotti ha tutto per far bene e dimostrare che è il centravanti della Nazionale. Ovviamente se va via Ronaldo, tutti possono avere richieste e fare valutazioni, ma non è che Belotti mi viene a dire che vuole andare via dal Torino, non è da lui. Quando un giocatore è scontento gioca male, il nostro precampionato ha dimostrato il contrario e infatti fa sempre gol e sta tornando l’Andrea dello stesso anno.

Ho contattato Zaza? No, anche se è un buon giocatore. Sulla carta rappresenterebbe il giocatore del Toro. Potrebbe coesistere con Belotti nel 3-5-2″. 

Pubblicato da Giovanni Musella

Lascia un commento