In diretta su Radio Punto Nuovo a “Punto Nuovo Sport Show”, trasmissione con Umberto Chiariello, è intervenuto Franco Ordine, giornalista: “Io rispondo del mio tweet. Mi sembra utile visto che la discussione procede sul binario giusto, segnalare il mio intento. Il mio intento è quello che la comunità del calcio che si è data una certa regola perché il calcio funzioni deve rispettare il protocollo che si è dato. Il protocollo, come dimostrano molti casi, soprattutto per squadre campane, come la Casertana che ha giocato in inferiorità numerica. Ecco, quelli hanno rispettato in maniera rigorosa, pur svantaggiati dall’epidemia, il regolamento.

Ora per quello che riguarda Juventus Napoli, bisogna vedere, innanzitutto, se si trova la data utile. Io sono molto curioso di leggere le motivazioni del Collegio di Garanzia. Bisognerà capire qual è stato il criterio adottato dal Collegio. Di fatto c’è questa disparità. Questa obiezione sarebbe da me accolta con applausi se nella ricostruzione del carteggio non ci fosse stata tutta una serie di mail che certificano due aspetti: 1) è il Napoli che interroga la ASL e dice “come ci dobbiamo comportare”. È come se io iscritto all’albo giornalisti della Lombardia, e anziché chiedere informazioni all’albo al quale sono registrato, lo chiedessi all’amministratore del mio condominio. La mail con la quale la Asl fa espresso divieto è data 4 ottobre, domenica ore 14, 13 e, cioè, quando il Napoli avrebbe dovuto essere a Torino. Questo è il vulnus della vicenda. Dico che se noi stabiliamo la supremazia assoluta della legge ordinaria sui regolamenti sportivi sosteniamo quello che non è possibile contraddire, una roba scontata.

Qui il punto non è sostenere il primato della legge ordinaria sul regolamento sportiva. Il punto è questo: se perdo una partita posso andare al TAR e chiedere di ribaltare un risultato? Il punto intricato della questione è questo: noi, abbandonando la corrispondenza di specie delle mail tra ASL e calcio Napoli, chiediamoci come nasce tutta la questione: è l’ASL che manda un sms ad Agnelli chiedendo di rinviare la partita? Aggiungo l’altra questione che toglie qualsiasi dubbio sulla discussione dal punto di vista squisitamente sportivo, il fatto è che se per caso l’ASL fosse intervenuta per impedire al Napoli di giocare una partita di Europa League, secondo voi come sarebbe finita? Il Napoli? Io faccio questa riflessione se nel caso più clamoroso di tutti, del Napoli di Sarri, alla partita decisiva seguita ad Inter-Juventus, il Napoli si scioglie e perde, che poi Sarri disse di aver perso in albergo e perde il campionato, che avrebbe meritato di vincere dal punto di vista calcistico, se poi con Ancelotti si continua con alti e bassi e se con Gattuso accade lo stesso, verrà il momento in cui vi chiederete che il problema riguardi la mentalità”.

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2
Banner 300 x 250 – Baby Dream – Post