Tra candidate allo Scudetto e futuro della panchina del Napoli, in esclusiva per il nostro portale, le confessioni di Elisa Baldo. Procuratrice dell’Acr Soccer-Sports Management Careers, società che si occupa prevalentemente di calcio estero, con interessi soprattutto in Portogallo e Spagna.

La lotta per il tricolore è una questione che riguarda l’asse Milano-Torino o la Roma e l’Atlanta possono inserirsi ancora?

Attualmente vedo come favorita l’Inter, considerando anche il valore della rosa e l’uscita anticipata dalle coppe, può davvero interrompere il predominio della Juventus. Quanto al Milan, pur avendo vinto il titolo platonico di campione d’inverno, non lo vedo in grado di imporsi sui nerazzurri. Specialmente alla luce delle ultime prestazioni. Con lo Spezia, per esempio, i rossoneri non hanno mai tirato in porta. Senza considerare poi l’inguardabile derby di domenica scorsa“.

Chi potrebbe fare da terzo incomodo nella rincorsa al titolo di Campione d’Italia?

Vedo l’Atalanta maggiormente attrezzata rispetto alla Juventus ed alla Roma. Pirlo è stato un grandissimo giocatore, che io ho apprezzato e stimato tantissimo. In panchina mi sta deludendo non poco. E’ alla sua prima esperienza, fermo restando il valore della rosa. Preferisco l’Atalanta, una squadra che gioca moto bene, con grande spirito di squadra e dal gioco imprevedibile. I giallorossi finora sono stati impeccabili contro squadre di media classifica, avversari contro cui è molto difficile giocare, fatta eccezione per domenica scorsa con il Benevento, nonostante la superiorità numerica“.

Quanto sta influenzando il Covid sul campionato, scandito da ritmi altalenanti e con rose ridotte a causa dei continui contagi?

E’ indubbio che stiamo vivendo un campionato molto particolare, dagli esiti incerti in base al momento pandemico che stiamo vivendo e quindi ai protocolli adottati che ne influenzano le scelte. Dunque ai fini della classifica la pandemia è la prima criticità da evidenziare, se consideriamo che tutti gli allenatori delle squadre, al di là dei valori tecnici, sono costretti a fare i conti con i contagi. Inevitabilmente gli schemi e gli allenamenti effettuati durante la settimana possono saltare del tutto o in parte per le improvvise assenze“.

All’orizzonte ci potrebbero essere soluzioni diverse rispetto a quanto fatto finora dalle istituzioni calcistiche?

Stiamo andando avanti a tentativi, nessuno ha la bacchetta magica e soluzioni definitive non se ne vedono rispetto a quelle attuate. Ci si può solo adattare ai protocolli sanitari vigenti“.

Come giudica il campionato del Napoli?

Darei un giudizio positivo, soprattutto contro le squadre di alta classifica. Non posso dire altrettanto, invece, del rendimento mostrato contro compagini di media e bassa classifica“.

Alla luce di questo andamento altalenante degli azzurri, pensa che Gattuso resterà sulla panchina della squadra fino a fine stagione?

Il carattere è l’elemento distintivo di Gattuso. A me personalmente piace. Sono certa che proprio grazie al suo carattere, resterà alla guida del Napoli fino a fine stagione. Credo che il gruppo creda in lui e lui crede nelle possibilità di questo gruppo“.

Qualche suggerimento per la panchine del Napoli della prossima stagione. Chi potrebbe essere l’allenatore ideale per ridare entusiasmo a tutto l’ambiente?

Non mi dispiacerebbe affatto se Paulo Fonseca diventasse il nuovo allenatore degli azzurri“.

Fonseca e poi? Quali giocatori che potrebbero servire al Napoli in ottica futura?

Manuel Locatelli del Sassuolo sarebbe un grande acquisto. Ma su di lui c’è’ la Juventus. Quindi diventa difficile strapparlo ai bianconeri. Una valida alternativa sarebbe Paredes. Il centrocampista argentino del PSG viene spesso sottovalutato. Ma anche contro il Barcellona ha disputato un incontro davvero degno di lode, dimostrando tutte le sue qualità“.

Seguici su www.persemprenapoli.it

Leggi anche www.persemprecalcio.it

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2
Banner 300 x 250 – Ds – Post