Il Napoli batte lo Spezia 4 a 2 ed accede alla semifinale di Coppa Italia, dove affronterà l’Atalanta di Gasperini il prossimo 3 febbraio.

Il tecnico dei partenopei, durante la conferenza stampa si è scagliato contro i giornalisti per le eccessive pressioni degli ultimi giorni:

“Io butto il sangue dalla mattina alla sera. Padre Pio ce n’era uno solo”.

Il tecnico calabrese, intervenuto in conferenza stampa, difende il lavoro svolto in questi mesi al Napoli.

“Mi danno fastidio le domande sulle mie dimissioni. Non capisco perché dovrei farlo. Sistematicamente si chiedono le mie dimissioni e non vedo il motivo. Sento sempre le critiche a Gattuso. Di Padre Pio ce n’era uno solo. Io sono qui, butto il sangue dalla mattina alla sera. Perché nessuno dice che è la mia quarta semifinale consecutiva in Coppa Italia. Nessuno dice che abbiamo tante assenze. Siamo una squadra forte a cui mancano due giocatori in attacco. Non vado dietro alle chiacchiere, so quello che possiamo dare”.

Gattuso quindi sottolinea come nelle ultime settimane il Napoli abbia dovuto fare i conti con alcune assenze importanti.

“Dobbiamo ritrovare la condizione di Mertens e Osimhen. La possono acquisire con il minutaggio. Così si gioca in nove, perché sono al 30-40% del loro potenziale. E’ come se all’Inter togliessero Lautaro e Lukaku. Per quanto mi riguarda posso anche andare ad allenare in Kuwait… se mi girano”.

De Laurentiis ha parlato alla squadra, ha detto quello che doveva dire e mi ha tranquillizzato. Abbiamo superato il turno in Europa League e sembra che non abbiamo fatto niente, siamo in semifinale di Coppa Italia e non abbiamo fatto niente. In campionato se vinciamo con la Juve siamo al terzo posto. Io so che qui è difficile vincere, lo sapevo fin dall’inizioSe andiamo a vedere ciò che succede in giro per l’Europa non si capisce nulla, gli alti e bassi ce li hanno tutti. Poi se qualcuno non è contento pazienza, io lavorerò fin quando mi faranno lavorare”. 

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2