Non lasciavano trasparire nulla di buono le parole di Koulibaly al termine della gara con il suo Senegal. Un Senegal che probabilmente l’ormai ex azzurro, aveva già in mano la proposta dei Blues, quella a cui è quasi impossibile dire di no: 9mln l’anno per quattro anni, in una squadra che tra l’altro
raramente non ricopre un ruolo da protagonista in Inghilterra e in Europa.

Doveva saperlo bene anche Cristiano Giuntoli, che i giochi erano fatti, nonostante la maxi offerta degli ultimi giorni, in barba al tetto ingaggi tanto sbandierato. Logica vorrebbe ora che tale somma venga girata sul fuoriclasse argentino, ancora senza fissa dimora.

Anche in questo caso bisogna fare un passo indietro, dalle prime esternazioni di Francesco Totti su Paolo
Dybala, i due sono amici, con interessi finanziari extra calcio in comune, che aveva avvisato la dirigenza romanista di muoversi in fretta. Immaginiamo che qualche domandina su Luciano Spalletti la JoYa l’abbia fatta e immaginiamo anche le risposte del pupone, non certo un buon viatico verso Napoli.

Dybala e l’Inter l’accordo non accordo

Nel frattempo l’Inter, nonostante avesse un pre-accordo col calciatore, lo ha liberato da impegni, avendo preso Lukaku e avendo ora più necessità di vendere, tra l’altro non c’era convergenza su una clausola rescissoria legata alle presenze, a favore dei milanesi.

Il pressing della Roma su Dybala

Poi c’è il fattore non secondario, Mourinho, che ha già espresso un certo disagio sul mercato finora concluso dai giallorossi, più la necessità di sostituire Zaniolo, diretto verso Torino. La società capitolina per sopperire alla mancanza Champions League, metterebbe sul piatto un ingaggio più alto rispetto a quello proposto dall’Inter, 7mln netti all’anno, bonus esclusi.

Il Napoli cosa pensa di fare con l’argentino?

Ora De Laurentiis si trova, quasi inaspettatamente il tesoretto Kalidou. E’ dunque necessario pensare bene dove investire quella somma, a parte l’entusiasmo che susciterebbe, il ruolo ricoperto da Dybala appare attualmente quello meno bisognoso.

Bisognerà trovare un difensore all’altezza e non sarà facile, più saggio pensare ad un centrocampista di livello, che possa alzare nettamente il valore generale della squadra. Giovedì è atteso ADL in quel di Dimaro, senza dubbio si tornerà sull’argomento e si avranno notizie più chiare, anche per ciò che riguarda gli ultimi nodi da sciogliere.

In primis Mertens, Politano in seconda battuta. Di certo l’attaccante argentino, ex Juve, non può aspettare ulteriormente, mentre ormai tutte le squadre si stanno preparando per l’imminente inizio del campionato, correndo fortemente il rischio di ritardo nella condizione.

Ecco perché i Friedkin sono pronti ad accelerare i tempi e bruciare la concorrenza, la situazione dovrebbe sbloccarsi, dunque, a stretto giro.


La società calcio Napoli, continua nel frattempo a rinviare il lancio della campagna abbonamenti, prevista in prima battuta per il 30 giugno…

Che ci sia un colpo di teatro in cantiere?

Continua a seguire le vicende del Napoli attraverso i nostri canali social

Banner 300 x 250 – Tecsud – Post
Banner 300×250 – Messere – Laterale 2