Nel corso di “Si Gonfia La Rete”, programma in onda su Radio Marte, è intervenuto il direttore del Corriere dello Sport Ivan Zazzaroni.

“Non bisogna più sorprendersi delle dichiarazioni di De Laurentiis. Io capisco che occorre ridurre le spese, visto che le entrate sono limitate, ma di conseguenza è difficile pensare alla vittoria dello scudetto.

Quello del Milan è stato un miracolo, è una grande società. Va anche detto che Napoli e Inter hanno sprecato tanto.

Io non credo si possa ridurre del 30% il monte ingaggi e vincere lo scudetto, il Napoli lo ha vinto quando ha speso e prendendo tantissimi campioni tra cui Maradona.

La Juve non ripeterà questo campionato, il Milan ha cambiato proprietario e spenderà. Quello che è accaduto quest’anno sarà difficilmente ripetibile.

Per quanto riguarda Mertens posso anche capire, ha 35 anni, ma dipende sempre dalla politica della società.

Koulibaly? Se si pensa a quanto ha rinunciato anni fa dall’Inghilterra ora il suo cartellino è minore.

Il presidente vuole riequilibrare, ma vincere lo scudetto ha un costo.

De Laurentiis è un uomo di intuizioni, deve rendere competitiva una squadra che lo è già. Grandi difetti a questa squadra non ne trovo, le assenze di Koulibaly e Anguissa hanno ridotto la competitività, che poi si era ripresa buttando via tutto alla fine.

Investcorp ha fatto una brutta figura, non ha trovato nessuno disposto a mettere soldi. I fondi americani vogliono prendere due club italiani: uno è la Sampdoria, l’altro non si è capito ancora.

Non credo, però, che De Laurentiis voglia vendere il Napoli. Il Napoli oggi può valere 600/700 milioni. Bisogna capire se qualcuno in futuro vorrà prendere la società.

Berlusconi ha sempre avuto grandi traguardi, ma per vincere il campionato ci vuole ben altro. Ha fatto una grande impresa portando il Monza per la prima volta in Serie A, è comunque un bene che lui e Galliani siano tornati”

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2