Il Napoli vince e convince in rimonta contro una Juventus con tante assenze, ma ben organizzata. Il buon approccio degli azzurri al primo tempo dura meno di 10′: il goal di Morata su errore di Manolas gela il Maradona, ed i primi 45′ si chiudono con uno spettacolo non esaltante.

Completamente diverso l’atteggiamento degli uomini di Spalletti nella ripresa: esce Elmas, entra Ounas, ed anche questa volta il tecnico di Certaldo incide con i cambi. La palla gira più velocemente, ed arriva il meritato pareggio su errore di Codice Fiscale.

Raddoppia Koulibaly, che sfonda con rabbia la porta e festeggia sotto la sua curva. Napoli Juventus termina 2-1, le pagelle:

Ospina, 6.5: Rimedia ad un errore di Insigne, uno dei pochissimi del match, e risponde sempre presente nelle uscite. Una certezza in serate così importanti.

Di Lorenzo, 6.5: Un inizio non facile con un crescendo molto convincente. Inizialmente fatica ad incidere, non partecipa con costanza alla manovra e commette diversi errori di leggerezza. Nella ripresa è praticamente perfetto, registrando il più alto numero di duelli vinti e non facendosi mai superare.

Manolas, 5.5: Il suo errore condanna il Napoli ad uno 0-1 per nulla meritato, che porterà la partita in favore della Juventus, agevolata a difendersi e contrattaccare con maggiore calma ed ordine.

Koulibaly, 8: Fategli una statua. Semplicemente il migliore in campo, intelligente e preciso negli anticipi. Decisivo nel momento più importante, Kalidou è una colonna portante della squadra.

Mario Rui, 6: Vabbeh, passiamo oltre… Però ha giocato peggio altre volte.

Fabian, 7+: Finalmente abbiamo visto ancora una volta che giocatore è Fabian Ruiz. Dominante in interdizione e costruzione (maggior numero di passaggi completati della partita), ha funzionato alla perfezione in coppia con Anguissa. Secondo tempo magistrale dello spagnolo, in crescita nelle ultime partite.

Anguissa, 7+: Difficile credere che sia il suo esordio nel nostro campionato. Grande precisione nei passaggi (97%!) e tanto dinamismo. Non era facile rispondere con tale sicurezza ad una chiamata così importante.

Elmas, 5: Primo tempo senza né arte né pane. L’impegno, come sempre, c’è: tanta corsa e sacrificio, ma non ha trovato gli spazi giusti. Non è il peggiore in campo, considerando la presenza di Irrati.

Politano, 7=: Come altri compagni ha giocato un primo tempo decisamente negativo, dando continuità ad un momento difficile. Cambia completamente atteggiamento nel secondo tempo, e non solo per il goal (tap in eseguito con grande freddezza e rapidità), ma soprattutto per la qualità nel palleggio ed il sacrificio difensivo.

Osimhen, 5: Una delle poche note stonate della partita. Impreciso e goffo davanti alla porta, risulta pericoloso ben poche volte (non è servito benissimo nei primi 45′, ma poi ci mette del suo). Lotta con la solita testardaggine, non manca certamente l’impegno.

Insigne, 7: Commette un errore che poteva costare caro agli azzurri, ma fortunatamente Ospina ci mette una pezza. Serve la qualità del suo destro per riacciuffare il match. Disegna calcio come sempre, registrando anche il maggior numero di chance create (6).

Sostituzioni

Ounas, 6.5: Gioca più a lungo degli altri subentrati e sfrutta bene i 45′ a sua disposizione. I suoi movimenti tra le linee complicano la vita alla difesa bianconera, risultando più imprevedibili di quelli di Elmas. Che sia lui il vero acquisto della stagione? (cit.)

Lozano, 5.5: Non incide come si aspettava Spalletti.

Zielinski, 6.5: Non aveva tanti minuti nelle gambe, ma la qualità è sempre la stessa: migliora la velocità dei passaggi e batte il miglior corner della partita.

Petagna, SV: Ma quando apre Healthy Color a Napoli?

Malcuit, SV: Entra riuscendo in un’ottima chiusura. E va benissimo così!

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2