Dopo l’ultima gara di campionato vinta contro lo Spezia, il tecnico del Napoli Luciano Spalletti è intervenuto ai microfoni di Dazn:

Oggi abbiamo messo in campo grande serietà, con giocatori che durante l’anno hanno giocato meno e che si sono fatti trovare pronti. Marfella, per esempio, ha fatto subito una bella parata“.

Quello che è successo sugli spalti?

Son cose che fanno dispiacere, che allontanano dal calcio. Nello stadio ci sono molti bambini, molte famiglie. Dispiace molto e bisogna far modo che non accada più. C’è anche da dire che dopo i tifosi hanno cominciato a sostenere le rispettive squadre e la situazione si è tranquillizzata”.

Quanto ci vorrà per programmare il futuro?
Lo stanno già facendo i nostri dirigenti. Non si può mettere apposto tutto in dieci giorni: dovremo essere bravi ad inserirci in certe situazioni e rispondere se dovessero andare via certi giocatori. Determinati addii potrebbero abbassare l’autostima della squadra.

Cena d’addio a Insigne? 

Già l’abbiamo fatta, Lorenzo ci mancherà. Alla cena ho visto tutti quelli del Napoli presenti, dal presidente al più umile dei collaboratori: è stato bellissimo. Gli ho detto che quando sarà a Toronto lo chiamerò il più possibile. Lì c’è una copiosa comunità di italiani, ma Lorenzo ha la maglia azzurra tatuata sulla pelle e non sarà facile ambientarsi subito”.

RILEGGI

Reja su Napoli-Verona: “Hysaj mi ha rivelato cosa è successo!”

Mauro: “Osimhen? Fossi suo compagno di squadra gli darei i cazzotti in testa!”

RESTA AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLISEGUICI SUI SOCIAL

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli2022/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN: https://www.youtube.com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w