UdineseNapoli, ovvero due squadre alla ricerca della serenità perduta.

I friulani hanno un disperato bisogno di tornare alla vittoria. I tre punti, in effetti, mancano da un mucchio di tempo.  

L’ultima vittoria risale al 12 dicembre, quando espugnarono la casa del Torino, battendo 3-2 i granata a domicilio. Da lì in avanti, un ruolino di marcia piuttosto deludente, condito da 2 sconfitte e 3 pareggi. Che ha avvicinato pericolosamente alla zona rossa della classifica la squadra di Luca Gotti.

Il tecnico dell’Udinese può tirare un sospiro di sollievo sulla scorta delle notizie che arrivano dall’infermeria. Deulofeu ha ricominciato ad allenarsi insieme al gruppo. Ovviamente, è escluso che possa partire dal primo minuto contro i partenopei. Tuttavia, Gotti potrebbe affidarsi allo spagnolo per un cambio in corso d’opera. 

Un recupero importante, dunque, che controbilancia, seppur parzialmente le defezioni in attacco, causate da Okaka, che rientrerà a fine mese. Come del resto Forestieri. La risonanza magnetica, infatti, ha individuato una lesione al flessore della coscia sinistra.

Senza dimenticare che la stagione di Pussetto è terminata in anticipo, a causa della rottura del crociato.    

Alla luce di queste considerazioni, l’allenatore dei friulani mantiene ancora qualche dubbio circa la formazione da schierare contro il Napoli. Gotti potrebbe optare per far scenderebbero in campo dal primo minuto sia Arslan che Mandragora. Spostando Pereyra in attacco al fianco di Lasagna. L’alternativa ad un modello di gioco più quadrato, con Pereyra arretrato nel terzetto di centrocampo e un centravanti tipico come Nesterovski.

Per quanto riguarda il Napoli, invece, l’unica incertezza sembra quella relativa al portiere. Nella logica della turnazione tra i pali creata da Gattuso, oggi dovrebbe toccare all’ex di turno. Quindi, Meret preferito a Ospina. Ma il nodo probabilmente verrà sciolto solo tra poche ore.

In difesa, Rrhamani pare abbia sorpassato Maksimovic nelle preferenze di Ringhio. A sinistra, inoltre, Hysaj si lascia preferire a Mario Rui.

A completare l’undici titolare, il tradizionale blocco offensivo: Fabiàn Ruiz e Bakayoko saranno i due mediani. Più avanti agirà il trio composto da Lozano, Zielinski, e Insigne. Con Petagna vertice alto dell’attacco.

LE POBABILI FORMAZIONI:

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Bonifazi, Samir; Larsen, De Paul, Mandragora, Arslan, Zeegelaar; Pereyra, Lasagna. All.: Gotti.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrhamani, Manolas, Hysaj; Ruiz, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna. All.: Gattuso.

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2
Banner 300×250 – Messere – Laterale 2