Raspadori si sta rivelando una vera e propria scoperta del calcio italiano.

Le sue prestazioni nel Napoli di Luciano Spalletti sono eccellenti. Si è spesso reso protagonista di goal azzurri Napoli. Ma c’è da dire che anche in Nazionale non ha paura di azzardare.

Dopo la sconfitta e dunque l’uscita dell’Italia dalla qualificazione dei Mondiali in Qatar, l’Italia è scesa di nuovo in campo contro l’Inghilterra per la Nations League.

Una partita non semplice ma che si è conclusa con la vittoria degli Azzurri grazie al goal di Giacomo Raspadori.

In virtù delle eccellenti prove in campo, la Gazzetta dello Sport questa mattina ha voluto soffermarsi proprio su di lui, attribuendogli addirittura un soprannome.

Leggiamo insieme cos’ha scritto la Gazzetta:

“Lo chiameremo il ragazzo della via Mancini: la strada che il c.t. a suo tempo ha percorso e oggi indica a chi ha voglia di incamminarsi cercando la direzione giusta. Un gol come quello che Giacomo Raspadori ha segnato venerdì sera all’Inghilterra aveva molto del calcio raffinato ma anche spietato che dispensava il c.t..

Al ragazzo non mancano l’intuito e pure la voglia di conoscere il passato e non stupì quando un anno fa, dopo il suo primo gol azzurro contro la Lituania, provò a schermirsi così: «Se proprio volete un paragone, diciamo che sono un po’ Vialli e un po’ Mancini»”

Ma se da un lato la tecnicità di Mancini ha aiutato il giovane azzurro a trovare il goal, dall’altro è stato fondamentale il supporto di Luciano Spalletti.

Il tecnico di Certaldo infatti prima della gara contro l’Inghilterra ha inviato un messaggio a Raspadori: “Giac una cosa conta: essere pronto!”

Ed effettivamente Giacomo Raspadori è stato prontissimo ad affrontare una gara così importante.

Al termine ovviamente sono arrivati i complimenti di Spalletti sia per Raspadori che per Di Lorenzo

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2