A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Rosario Pastore, giornalista: “Il napoletano non si sta disamorando del Napoli ma del calcio in generale perché vede che non c’è niente da fare. Tutto è inutile perché arrivano dei fatti che dovrebbero essere estranei al calcio. Come successo ieri, gli anni scorsi, quando il Napoli si è avvicinato di più allo scudetto e una direzione di gara a Milano rovinò tutto. Qualsiasi sia la passione mostrata al Maradona o fuori è perfettamente inutile perché qualche accadimento rovina i piani e qualcuno si stufa. La gente che si pone domande è sempre meno, se ne inizia a fregare. I giovani si allontanano dal calcio, non ci sperano più. Gli scudetti assegnati sono 117 e le società del centro-sud sono solo cinque o sei, il resto riguarda Milano, Torino, Genova. I motivi sono due: il napoletano pensa che sia tutto inutile perché da un lato c’è chi è interessato solo ai soldi dell’UEFA. Se il Napoli dovesse vincere lo scudetto arriverebbero le pretese di un aumento di ingaggio da parte dei giocatori. Il Napoli ha un nome e un seguito mondiale enorme. Qualcuno che tenga in considerazione questi fattori c’è e De Laurentiis con una cessione sistemerebbe le intere generazioni future, non solo quella successiva”.

Banner 300×250 – Messere – Laterale 2