Nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete”, sulle frequenze di Radio Marte, è intervenuto Paolo Paganini.

Il giornalista, volto noto di numerosi programmi di Rai Sport, ha commentato le voci di mercato che riguardano alcuni tra i principali protagonisti del Napoli. Ovviamente, tiene banco la questione relativa al terzino sinistro. Il nome che ricorre con maggior frequenza dalle parti di Castel Volturno resta sempre quello di Emerson Palmieri. “So che il Napoli un’offerta l’ha fatta al Chelsea. Spalletti ha contattato il giocatore e ha trovato terreno fertile. La prospettiva Napoli interessa al calciatore. Sicuramente il profilo interessa, ora però c’è un po’ la concorrenza della Roma, perché è uno dei giocatori che Mourinho ha indicato come sostituto di Spinazzola...”.

Un altro tassello da incastrare nella rosa partenopea riguarda il centrale difensivo. Maksimovic, infatti, è andato a scadenza, libero di accasarsi altrove. Eppure, proprio nelle ultime ore s’è fatta strada una ipotesi suggestiva. Ovvero, che la società possa offrire il rinnovo al serbo, davvero improbabile fino a qualche giorno fa. “Da ciò che so ha avuto delle offerte importanti dalla Turchia, però non è che sia così allettato da questa prospettiva. La possibilità che possa rinnovare con il Napoli, anche perché Spalletti lo stima, è concreta. Sarebbe comunque un giocatore che andrebbe a rinforzare la rosa…“.

A proposito del senegalese. L’idea di Paganini è che il Napoli difficilmente si vorrà privare di Koulibaly. “Se arriva l’offerta importante va via, ma al 60% resta. Credo che, al di là delle richieste non soddisfacenti, possa rimanere. Non credo che il Napoli farà a meno di Koulibaly...”.

Per un pilastro che dovrebbe rimanere al posto suo, un altro resta in stand-by. “Insigne? Al momento resta al 50%. Per me il Napoli non può permettersi di perdere il suo giocatore simbolo ma il ragazzo ha dato un messaggio chiaro: per lui può essere l’ultimo grande contratto...”.

Eppure, il presidente del Napoli è stato chiarissimo. Occorre cedere, monetizzare e far cassa. Oltre che abbattere i costi del personale. Il sacrificato potrebbe essere Fabiàn Ruiz. “Le richieste da Real Madrid e Barcellona ci sono. Le valutazioni dei giocatori però sono un po’ scese…“.

Se esce lo spagnolo, il candidato ideale a prenderne il posto sembrava potesse essere già stato individuato dalla direzione sportiva partenopea. “Il Napoli era in pole position per Zaccagni del Verona. Ma in ottica Spalletti sono altre le priorità...”.

Leggi le parole con cui ADL ha gettato Insigne in pasto ai tifosi

Banner 300 x 250 – De Luca – Post