Non manca ormai molto alla ripresa del campionato e il Napoli è già pronto per cominciare la seconda parte di stagione proprio come aveva finito la prima. A metà novembre tutto si è fermato per i Mondiali in Qatar e gli azzurri avevano chiuso ancora imbattuti in campionato, con 13 vittorie e 2 pareggi nelle prime 15 giornate: un ruolino di marcia da record che al momento vale alla squadra di Luciano Spalletti il primo posto con otto punti vantaggio sulla seconda in classifica.

Al momento la rivale più credibile nella lotta scudetto sembra essere il Milan, al di là della classifica. I rossoneri sono i campioni in carica e hanno la mentalità vincente per tentare la rimonta. Non vanno però sottovalutate neanche Inter e Juventus, che nelle ultime settimane sono risalite e hanno colmato il gap almeno con le altre. Il mese di gennaio sarà però importantissimo, soprattutto perché i campani hanno due i due scontri diretti proprio contro i nerazzurri e la Vecchia Signora. Nonostante le super sfide che attendono la squadra di Spalletti, i pronostici partite Serie A di Wincomparator danno ancora il Napoli come favorito per la vittoria.

Inoltre, il Mondiale non ha portato via al tecnico di Certaldo moltissimi elementi e questo ha semplificato le cose nel ripartire con la preparazione. In attacco, ad esempio, l’unico che è volato in Qatar è stato Hirving Lozano con il suo Messico. Sono rimasti a casa Victor Osimhen dal momento che la Nigeria non si è qualificato, così come purtroppo gli italiani Matteo Politano e Giacomo Raspadori. Non è stato chiamato invece dall’Argentina il Cholito Giovanni Simeone.

Napoli, il 4 gennaio la sfida con l’Inter

Oltre a Lozano, erano partiti anche Piotr Zelinski, Zambo Anguissa, Kim Min-Jae e Maxi Olivera, ma nessuno di questi ha riportato problemi fisici durante la manifestazione e quindi le cose da questo punto di vista sono andate per il meglio. Dopo un periodo di riposo si uniranno anche loro ai compagni.

Spalletti ha avuto pertanto modo di lavorare al meglio durante il ritiro in Turchia e, nelle amichevoli contro l’Antalyaspor e contro gli inglesi del Crystal Palace, si è visto il solito Napoli, con un Raspadori in particolare in grande spolvero. Con il Villarreal è arrivata una sconfitta per 2-3, ma nulla di particolarmente preoccupante. Se si vuole cercare il pelo nell’uovo, va detto che i partenopei hanno sempre concesso gol in queste tre sfide, alcuni anche per delle disattenzioni evitabili.

Il Napoli ripartirà il 4 gennaio dalla sfida di San Siro contro l’Inter di Simone Inzaghi, partita chiave per capire se Kvaratskhelia e compagni avranno mantenuto lo splendido stato di forma in cui erano fino a un paio di mesi fa.

Non perdere sarebbe molto importante, ma un successo sui nerazzurri manderebbe un segnale incredibile e toglierebbe le speranze alle inseguitrici. Gli azzurri non battono l’Inter in campionato da oltre tre anni: era la stagione 2018-19 e al San Paolo la squadra di Carlo Ancelotti si impose per 4-1 sui nerazzurri, allenati a quel tempo proprio da Spalletti.

Seguiteci su https://www.facebook.com/PSNapoli

Banner 300 x 250 – Ds – Post
Banner 300 x 250 – De Luca – Post