Napoli e Juventus si contendono Giacomo Raspadori

Abuso di posizione dominante.
Una impresa abusa della propria posizione dominante quando può sfruttare a proprio vantaggio una potenza economica tale da essere in grado di impedire od ostacolare il persistere di concorrenza effettiva sul mercato, in quanto essa si trova nella condizione di poter significativamente agire in modo del tutto indipendente rispetto ai propri concorrenti, clienti e consumatori (fonte altalex.com).

Ha proprio questo nome lo strano fenomeno che spesso accade sulla strada che porta da Torino sponda Juve fin giù le sponde del Tirreno.

Ci sono casi in cui una azienda, forte del suo spessore economico e sociale riesce a vincere impedendo ad altri di farlo.
Mille modi e spesso non proprio cristallini.
Nessuna polemica in questo articolo che vuol essere esclusivamente informativo e “formativo”.
La normativa antitrust, infatti, ente che tratta la spinosa Materia, non vieta però di per sé che un’impresa si trovi ad esercitare una posizione dominante, dal momento che è l’abuso di questa situazione ad essere ritenuta pericolosa e quindi vietata (altalex.com).
Cari Amici è Economia spietata di aziende master. Niente spazio ai sentimentalismi, nessun angolo di respiro per le passioni, soltanto cifre, strategie ed esposizioni di bilancio.
Banche insomma.
In questo gran ballo di fine estate Napoli e Juventus come spesso è accaduto si trovano a contendersi un pezzetto di quel bilancio.
Quel pezzetto nel caso specifico si chiama Giacomo Raspadori, professione attaccante esterno o seconda punta, residente Reggio Emilia, Sassuolo precisamente.
Il Napoli interessato al giocatore ha provato a pressare il Sassuolo ed il d. g. Carnevali.
Buone le prospettive ma la Juventus è entrata nell’affare.
Raspadori serve al Napoli?
Si.
Raspadori serve alla Juventus?
Anche no.

E perché la Juve si intromette?


Molto probabilmente per quel che si è detto in principio di articolo.
Ti indebolisco. Evito tu possa crescere per far sì che io possa vincere.
È strategia militare ed esiste da Romolo e Remo.
È competizione.
È la vita di predatori e prede. La Juventus, fa sorridere, quest’anno, vive la stessa condizione del Napoli.
Ripartire. Cambiare e
Ricostruire.
Piccolissimo particolare, la Juve possiede un potere economico spropositato rispetto agli Azzurri.
Non c’è competizione sul mercato.
Sul mercato no ma Napoli ha risorse che non ha Torino.
Lo avrà compreso il sig. De Laurentiis?
Avrà compreso i canali preferenziali su cui operare?
Adriano Olivetti lo aveva capito e costrinse il sig. Agnelli a rincorrerlo.
È storia di Aziende italiane.

Banner 300×250 – Ras Medical – Laterale 2
Banner 300 x 250 – Ds – Post