Napoli- Maiorca, termina con il risultato di 1 a 1 , note liete e stonate compaiono a fine gara, vista anche la determinazione, come e giusto che sia , messa da parte del Maiorca, in una gara che di amichevole ha avuto solo il saluto iniziale

Dicevamo pero’, delle note liete e stonate, i cosiddetti top e flop per capirci, di una partita che pronti via, il Napoli sembrava essere in palla, buoni i fraseggi i fase di costruzione, con Lobotka e Fabian sugli scudi,  che nei primi venti minuti regalano geometria il primo, e classe pura il secondo.

Da elogiare le prove di Mario Rui e Rrahmani, operai della difesa, con il portoghese sempre reattivo durante tutta la gara, mentre il Kosovaro è sembrato padrone della zona difensiva. Buona la prima di Kim che deve trovare la quadra con i compagni ma gia’ in buona forma, e solita prova di capitan Di Lorenzo, sempre presente nella fase di costruzione dal basso.

Li d’avanti le note piu’ liete, il georgiano Kwara, confermando cio’ che scrissi in precedenza, e’ il vero fuoriclasse del Napoli.Salta l’uomo con una facilta’ impressionante, ha grande personalita’, ed ha un controllo di palla davvero straordinario. Osimhen? Rigore ben calciato, lotta fin quando e in campo, ma ci sono due cose da rivedere, ancora troppo irruente nelle reazioni, oltre che, e qui dovrebbe pensarci Spalletti, troppo solo in attacco, ci vorrebbe un calciatore un po’ più vicino, oppure servirlo in profondità, come una gazzella che corre per capirci

Note stonate? Sicuramente Zielinski, che dopo il covid sembra un altro calciatore rispetto a quello visto precedentemente al virus contratto, distratto ed avulso dalla manovra, poco incisivo e senza idee Hirving Lozano, che ha provato qualche corsetta sulla destra, ma anche lui è sembrato un pesce fuor d’acqua,Ed infine Meret, colpevole sul gol subito, ed ha mostrato evidenti limiti di personalita’ non uscendo mai dai pali per tutto il primo tempo!

Ultima, ma non meno importante, va sottolineata la prova, soprattutto per concentrazione ed impatto alla gara, l’entrata nella ripresa di Leo Ostigard, ieri attento in fase difensiva e propositivo in fase di costruzione, buona la personalità mostrata. E Juan Jesus, che avvalora la bontà nel suo essere stato riconfermato, una garanzia per impegno ed abnegazione, un vero leader anche per i compagni di reparto.

RESTA AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLI, SEGUICI SUI SOCIAL

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli2022/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN:https://www.youtube.com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w 

https://www.persemprenapoli.it

Banner 300 x 250 – Ds – Post