Marcel Desailly, ex di Marsiglia, Chelsea e Milan, con la Francia ha vinto il Mondiale ‘98 e l’Europeo 2000. Parla del Milan di Pioli in una intervista rilasciata alla edizione odierna della Gazzetta dello Sport:

“Mi piace il mix tra giovani ed esperti. Va bene vincere lo scudetto ma la cosa più difficile è consolidarsi. Qui si vede che si stanno ricreando le basi degli anni Ottanta e Novanta, quando era il club migliore al mondo. Il Milan è di nuovo vivo”.

Leao come Henry?

 “Calma, qui si parla di Henry. A me sembra che Leao sia diventato una star ancora prima di diventare una star. Ha un potenziale enorme ma non mi dà l’impressione di essere spietato. Thierry e Zizou volevano essere i migliori, io chiedo a Leao di forgiare il suo carattere: al momento il paragone non ci sta”.

Sul Napoli

“Amo l’energia dei partenopei, ma dubito che possano tenere psicologicamente fino alla fine. Non hanno la rosa per reggere. Juve e Milan possono approfittarne”.

Chi tra Kvara, Vlahovic e Lautaro può diventare un campione?

 “Lautaro può farlo. A me piace molto Vlahovic ma vuole davvero diventare il migliore? Mbappé e Haaland mostrano di sì, mentre Vlahovic per intensità sembra un tono sotto. Nonostante questo, ha testa, piede e il talento per essere un Van Basten della sua epoca”.

RESTA AGGIORNATO SULLE VICENDE DEL NAPOLI, SEGUICI SUI SOCIAL

Instagram PSN: https://www.instagram.com/persemprenapoli222/

Twitter PSN: https://twitter.com/psnapoli

Facebook PSN: https://www.facebook.com/PSNapoli

Youtube PSN:https://wùww.youtube.com/channel/UC6vnXp-wqQbafB_4prI9r9w 

https://www.persemprenapoli.it